L’ALBERO DEI DESIDERI

SCUOLA PRIMARIA DI GAZZOLA

CLASSE 3^

by Monica Rebecchi

L’ALBERO DEI DESIDERI

 

La storia di rilassamento l’ALBERO DEI DESIDERI ideata dalla Dott.ssa Angelica Gandolfi la trovate a fondo pagina 

FINALITÀ 

  • migliorare la capacità di attenzione e concentrazione
  • liberare la creatività, la fantasia, l’immaginazione

OBIETTIVI:

  • elaborare creativamente produzioni personali
  • Sperimentare strumenti e tecniche per realizzare prodotti

CONTENUTI:

  • ascolto di una storia per liberare l’immaginazione
  • Realizzazione di un’opera che rappresenti il proprio albero dei desideri
  • Condivisione e confronto

AMBITI COINVOLTI:

  • arte e immagine
  • italiano

SOGGETTI COINVOLTI:

  • alunni di classe 3^
  • educatrice (Angelica Gandolfi)
  • insegnante di arte e immagine e italiano (Monica Rebecchi)

METODOLOGIA:

L’attività si è svolta in tre parti.

  1. L’educatrice Angelica Gandolfi ha ideato e letto ai bambini la storia “L’albero dei desideri’. Alla fine dell’esperienza, i bambini hanno condiviso e discusso con i compagni e le insegnanti  le immagini visualizzate e le emozioni provate
  2. Con l’insegnante di arte gli alunni hanno realizzato il loro albero dei desideri, scegliendo liberamente il colore della carta e dei pastelli
  3. L’attività ha avuto un completamento con la visita guidata alla Galleria di Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza in cui gli alunni hanno potuto osservare numerosi esempi di alberi nell’arte.

STRUMENTI:

carta colorata, cartoncino colorato, forbici, colla, pastelli, pastelli a cera,  gomma, matita

VERIFICA:

Il monitoraggio viene effettuato principalmente attraverso l’osservazione. La verifica dei risultati è realizzata tramite domande  alla fine della storia e la realizzazione dell’opera.

sulle orme di Nadine          il linguaggio del mare         l’onda di S.Lee

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

 

STORIE DI RILASSAMENTO. Dott.ssa Angelica Gandolfi
L’ALBERO DEI DESIDERI
Prendiamo una posizione comoda e chiudiamo gli occhi.
Facciamo dei bei respiri profondi, con la pancia, sentiamo l’aria che entra, che ci riempie e che esce.
Man mano che respirate sentite che diventate sempre più calmi e rilassati, tanto che siete pronti a iniziare il
nostro viaggio.
Oggi però c’è qualcosa di diverso, state per iniziare un viaggio molto speciale. Infatti ecco che arriva un
bellissimo razzo spaziale per accompagnarvi, che atterra proprio di fronte a voi.
Com’è il vostro razzo spaziale? Che forma ha? Di che colore è?
Salite sul razzo e… cosa vedete? Guardatevi attorno e scoprite com’è il vostro razzo all’interno. Cosa c’è
dentro? Di che colori è? Ci sono dei suoni? Siete da soli o c’è qualcun altro? E voi, dove vi sedete?
Quando siete pronti possiamo partire, ed ecco che il razzo inizia a salire in cielo. Man mano che il razzo sale
sentite il vostro corpo sempre più leggero, come se steste galleggiando. È una sensazione bellissima che vi
rilassa tanto. Ora state volando e guardate fuori dal finestrino, cosa vedete? Com’è il cielo? Ci sono nuvole?
C’è il sole? Mentre siete sul vostro razzo e guardate fuori sentite che siete sempre più calmi e rilassati.
Ad un certo punto il vostro razzo inizia a scendere… dove vi avrà portato?
Una volta atterrato, scendete e vi trovate in un grande prato verde. Cosa vedete attorno a voi? Ci sono fiori
o animali? Com’è la temperatura? C’è il vento? C’è il sole o piove? Provate a notare cosa sentite sulla pelle,
sul viso…
Mentre vi guardate attorno notate, proprio di fronte a voi, in fondo al prato, un albero bellissimo… non potete
resistere! Vi avvicinate e… che tipo di albero è il vostro albero? È alto o basso? È sottile o grosso? E le foglie?
Guardate la forma, il colore, la grandezza… Osservate il tronco… com’è? Di che colore? Allungate la mano e
l’appoggiate sulla corteccia… come la sentite sotto le dita? Ruvida o liscia? Calda o fredda?
Proprio mentre state con la mano appoggiata al tronco, all’improvviso sentite una voce… è il vostro albero
magico che vi parla! E vi dice “io sono il tuo albero magico! Sono l’albero dei desideri e il mio compito è
custodire i sogni. Se mi confidi un tuo sogno, lo terrò con me al sicuro e saprai che potrai sempre trovarlo”.
Provate a pensare a un vostro sogno… cosa desiderate nel profondo del vostro cuore? Può essere qualcosa
che vorreste accadesse oggi, come vincere una partita, o qualcosa che vorreste accadesse quando sarete
grandi, come diventare scrittrice o poliziotto. Potrebbe essere un sogno su di voi o un sogno su qualcun altro
a cui volete bene. Per pensare al sogno che volete donare all’albero magico, dovete entrare nel vostro cuore,
dovete andare proprio lì dove sono i vostri desideri profondi e le cose a cui tenete di più.
Quando avete trovato il vostro sogno, lo confidate all’albero… ed ecco che su un ramo spunta una nuova
fogliolina, una bellissima fogliolina che splende e che è proprio il vostro sogno.
Ora che sapete che il vostro desiderio è al sicuro, con questa sensazione di sicurezza e di protezione siete
pronti per tornare indietro. Salutate l’albero magico e risalite sul razzo. Decollate e il vostro corpo diventa
ancora più leggero, perché avete dentro di voi una sensazione di grande tranquillità e benessere. Nel viaggio
di ritorno vi godete la calma… e ora, con queste belle sensazioni di pace e di sicurezza, potere tornare qui con
me e aprire gli occhi… e bentornati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *