L’albero delle storie: L’onda di Susy Lee

Progetto lettura

L’albero delle storie: L’onda di Susy Lee

scuola primaria De Simone  –  San Pietro Vernotico – Classi terze – Ins. Melli Anna Maria 

Quando le sue onde giocano e poi si ritirano, il mare lascia sulla spiaggia le conchiglie che portava con sé: una sorpresa inattesa! In questo libro tratta la storia dell’incontro di una bambina con il mondo del mare: prima osservato curiosamente dall’esterno, poi sfiorato timidamente e infine “giocato” fra spruzzi e scherzi, con la compagnia di un buffo gruppo di gabbiani.

Fino a quando i loro mondi si incontrano con un’onda che colora tutto di azzurro, e si possono raccogliere le conchiglie come il regalo di un nuovo amico.”

Progetto lettura – L’albero delle storie: L’onda di Susy Lee

GRUPPO DI LAVORO TUTTE LE DOCENTI D’ITALIANO DELLE CLASSI TERZE A –B-C-D

TITOLO U.D.A. ‘’L’ALBERO DELLE STORIE’’ 

PRODOTTO  Creazione di un LAP-BOOK

DESTINATARI  Alunni di classe terza

COMPETENZE CHIAVE EUROPEE

Competenza nella madrelingua

  • Interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative rispettando gli interlocutori, le regole della conversazione e osservando un registro adeguato al contesto e ai destinatari.
  • Ascolta , e legge comprende testi di vario tipo riferendone il significato.
  • Scrive correttamente testi di tipo narrativo .

Consapevolezza ed espressione culturale

-Utilizza tecniche,codici, elementi del linguaggio iconico e sperimenta immagini e forme.

 – Padroneggia le conoscenze le abilità relative  al linguaggio visivo per produrre varie tipologie  di testi e rielabora in modo creativo le immagini.

TRAGUARDI DI COMPETENZA        ITALIANO ( prevalente)

Competenze specifiche

  • Padroneggia gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l’interazione comunicativa verbale in vari contesti.
  • Legge, comprende ed interpreta con diverse tecniche testi di vario tipo.
  • Produce testi di tipo  narrativo .

-Utilizza le conoscenze e le abilità relative ai diversi linguaggi per esprimersi negli ambiti linguistico/espressivi.

             OBIETTIVI

 -Elaborare creativamente produzioni personali e originali per esprimere sensazioni ed emozioni.

-Sperimentare attivamente le tecniche e codici propri del linguaggio verbali per realizzare prodotti grafico/pittorici, multimediali e drammatizzazioni

-Trasformare immagini in creazioni originali.

Conoscenze

-Principi di organizzazione del discorso narrativo .

-Strutture essenziali dei testi narrativi.

 -Tecniche di lettura espressiva, della produzione scritta: pianificazione,   stesura, revisione.

-Lettura animata

Abilità

         – Ascoltare testi prodotti da altri mostrando di saperne cogliere il senso globale.

  • Narrare esperienze reali o storie fantastiche selezionando informazioni significative in base allo scopo, ordinandole in base a un criterio logico- cronologico, esplicitando le informazioni necessarie .
  • Leggere ad alta voce in modo espressivo,
  • scorrevole e corretto semplici testi usando pause e intonazioni per seguire lo sviluppo del testo e permettere a chi ascolta di capire.
  • Leggere testi letterari di vario tipo individuando tema principale e intenzioni comunicative dell’autore; personaggi, loro caratteristiche, ruoli, relazioni e motivazioni delle loro azioni; ambientazione spaziale e temporale, genere di appartenenza.
  • Realizzare forme diverse di scrittura creativa.

Prerequisiti: Possesso delle strumentalità di base.

 FASI DI LAVORO

FASE        ATTIVITA’   DESCRIZIONE     Metodologia      STRUMENTI  TEMPI

1          Storie e albi illustrati

Domande di comprensione.

Immaginare e anticipare il seguito di una storia.

L’albero come immaginato (l’albero che e’ dentro di noi)

            ‘’Onda’’ di Susi Lee

‘’Un pesce è un pesce’’

‘’Binomio fantastico’’

Domande di comprensione

Immaginare e anticipare il seguito di una storia.

Disegnare l’albero come immaginato da ciascun alunno.

Rappresentare con vignette e didascalie i vari momenti della storia.         

Circle time, Lavoro di gruppo  , Albo illustrato

Colori e cartoncini                           

2    Lettura animata del libro ‘’La furia di Banshee’’    Riunire a gruppi i bambini per spiegare le regole del “BINOMIO FANTASTICO”

Formare coppie utilizzando come strategia il gioco.

Con i protagonisti del binomio fantastico rappresentare la storia utilizzando la tecnica del ‘’cambio posto’’                                          

Circle time, Libri, DVD.Lim,cartoncini,colori…                      

3          Progettare e costruire il libro

            Progettare la struttura del libro

Tecnica di costruzione (lapbook)

 Riprodurre e corredare di disegni il libro

Realizzare la copertina   Lezione frontale, consultazione di materiale cartaceo e multimediale.

Sassi, conchiglie, materiale da riciclo…      

DVD,libro ,Lim,PC,biblioteca           

4          Addobbo dell’albero delle storie e drammatizzazione    

Colorare l’albero delle storie e addobbarlo con i vari libricini realizzati dagli alunni.

Realizzazione della chioma con foglie realizzate dai bambini contenenti i vari messaggi degli alunni.

 Lettura animata dei libri realizzati          

 Cicle time,visita in biblioteca e mostra dei lavori realizzati

COMPITO AUTENTICO

Realizzazione di un lapbook  ‘’L’albero delle storie :

  • Ascoltate bene la lettura della maestra e immaginate di essere dentro la storia, quindi risponderete a domande di comprensione e realizzerete un disegno che rappresenti la storia letta.
  • Costruite le pagine utilizzando la tecnica delle piegature.
  • Successivamente, utilizzando una tecnica speciale “il BINOMIO FANTASTICO”, inventerete delle storie che scriverete e rappresenterete su un libricino creato da voi, seguendo le istruzioni delle maestre.
  • Una copia del vostro libricino andrà poi appesa sull’albero dei libri, che voi stessi realizzerete.

La rubrica è organizzata in modo tale da ricomprendere i seguenti ambiti specifici di competenze:

  • PRODOTTO
  • PROCESSO
  • METACOGNIZIONE

RUBRICA DI VALUTAZIONE

            PRODOTTO              INDICATORI          DESCRITTORI          LIVELLI

Completezza, pertinenza, organizzazione  

4 Il prodotto contiene tutte le parti e le informazioni utili e pertinenti a sviluppare la consegna, anche quelle ricavabili da una propria ricerca personale e le collega tra loro in forma organica                             

 3 Il prodotto contiene tutte le parti e le informazioni utili e pertinenti a sviluppare la consegna e le collega tra loro              

2  Il prodotto contiene le parti e le informazioni di base pertinenti a sviluppare la consegna                                               

1 Il prodotto presenta lacune circa la completezza e la pertinenza;  le parti e le informazioni non sono collegate   

 Correttezza      

 4 Il prodotto è eccellente dal punto di vista della corretta esecuzione                                                                

3  Il prodotto è eseguito correttamente secondo i parametri di accettabilità    

 2 Il prodotto è eseguito in modo sufficientemente corretto                                                 

1  Il prodotto presenta lacune relativamente alla correttezza dell’esecuzione               

      Rispetto dei tempi                   

4 Il periodo necessario per la realizzazione è conforme a quanto indicato e l’allievo ha utilizzato in modo efficace il tempo a disposizione                                        

 3  Il periodo necessario per la realizzazione è di poco più ampio rispetto a quanto indicato e l’allievo ha utilizzato in modo efficace, seppur lento ,  il tempo a disposizione               

 2   Il periodo necessario per la realizzazione è più ampio rispetto a quanto indicato e l’allievo ha mostrato scarsa capacità organizzativa                                  

1 Il periodo necessario per la realizzazione è più ampio rispetto a quanto indicato e l’allievo ha disperso il tempo a disposizione per incuria                                                

  Ricerca di dati e documenti         

4 L’alunno ha effettuato la ricerca in modo mirato, selezionando i dati congruenti alla consegna. I documenti consultati sono attendibili, interessanti e  sollecitano la curiosità       3 L’alunno ha effettuato la ricerca in modo mirato, selezionando i dati congruenti alla consegna. I documenti consultati sono attendibili                               

2 L’alunno ha effettuato la ricerca in modo mirato, selezionando  dati non sempre congruenti alla consegna. I documenti consultati non sempre sono attendibili                            1 L’alunno ha effettuato la ricerca in modo superficiale  selezionando  dati poco congruenti alla consegna. I documenti consultati non sempre sono attendibili. 

Capacità di assemblare le informazioni                                          

4 Testi e immagini sono collegati in modo logico e coerente; il risultato finale è unitario e lascia trasparire il tema conduttore             

3 Testi e immagini sono collegati in modo logico e coerente; il risultato finale è unitario                                

2 Testi e immagini, nel complesso, sono collegati in modo logico e coerente; il risultato finale è, nel complesso,  unitario.  

1 Testi e immagini sono collegati in modo non sempre logico e coerente; il risultato finale è frammentario.        

METACOGNIZIONE

             Metodo di studio e di lavoro   

4 L’alunno è organizzato e opera con consapevolezza scelte strategiche volte al conseguimento del risultato. Motiva con obiettività le strategie attivate                               

3 L’alunno è organizzato e opera con consapevolezza scelte strategiche volte al conseguimento del risultato              

2 L’alunno non è sempre organizzato; persegue il risultato tentando le strategie                          1 L’alunno non mostra un proprio metodo di lavoro e, spesso, il risultato non è perseguito                                        

       Autovalutazione

4 L’alunno valuta correttamente e obiettivamente il proprio lavoro e interviene in modo opportuno per correggere eventuali imperfezioni                                   

3 L’alunno valuta correttamente e obiettivamente il proprio lavoro e, guidato,  interviene  per correggere eventuali imperfezioni                    

2 L’alunno non sempre valuta correttamente e obiettivamente il proprio lavoro e, solo guidato,  interviene  per correggere eventuali imperfezioni.                                    

1 L’alunno non è in grado di  valutare correttamente e obiettivamente il proprio lavoro

                Capacità di trasferire le conoscenze acquisite                                                         

4 Ha un’eccellente capacità di trasferire saperi e saper fare in situazioni nuove, con pertinenza, adattandoli e rielaborandoli nel nuovo contesto, individuando collegamenti                             

3 Trasferisce saperi e saper fare in situazioni nuove, adattandoli e rielaborandoli nel nuovo contesto,  individuando collegamenti                      

2 Trasferisce i saperi e saper fare essenziali in situazioni nuove e non sempre con pertinenza                                                

1 Applica saperi e saper fare acquisiti nel medesimo contesto, non sviluppando i suoi apprendimenti                                          

Tabella di corrispondenza livelli/voti, da utilizzare nell’assegnazione del voto finale

GIUDIZI                            LIVELLI                              VOTI

Sufficiente/ discreto       1                                       6/7

Buono                              2                                       8

Distinto                            3                                       9

Ottimo                             4                                       10

 

 Si ringrazia l’ins. Anna Maria Melli per la condivisione del lavoro a seguito attività iniziata con l’ins. Lorenza Ongari ai Pon 2018/2019

Potrebbe interessarti anche :

le figure geometriche       Matematica con Tullet   nodi confini regioni 

       

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *