Ecco come nascono “i pallini blu”.

Ecco come nascono “i pallini blu”. 
by Renata Tore e Daniela Valentini

Durante la LEAD , si è pensato di tenere vivo il ricordo del gruppo come unitarietà e la nostra quotidianità.

Ecco come nascono “i pallini blu”. 

I pallini sono fattibili anche dai bambini di 3 anni( basta bagnare il dito di tempera…e il gioco è fatto, ne esce un PALLINO, tanti PALLINI BLU. )

Per i grandi invece è coordinazione, discriminazione e blu perché è il colore della nostra sezione.
Ogni giorno una pagina di noi.

Bisognava ricordarsi i nomi, i visi, i particolari che ognuno di noi possiede; siamo un gruppo di 28 tra bambini e bambine e poi ci sono le nostre maestre Renata e Daniela

L obiettivo è: consolidare le competenze a distanza.

Non è semplice; manca il rapporto diretto, il contatto. Il lavoro dell’insegnante è diverso, è fatto ANCHE di sguardi e in Lead mancano.

Ma a noi piace saltare, dipingere siamo tanti e tanto uniti . Il circle time, un momento importante della nostra giornata, un circolo time arricchito da un filo, che crea una ragnatela stupenda

..e quando il filo si srotola….ci sono bambini che lo usano come corda ma all improvviso ci ritroviamo tutti legati

sino all’arrivo del nostro dirigente dott. Antonio Carvelli che taglia il filo e ci libera.

Lavorare sul foglio, che deve essere firmato, riprodurre azioni, visi e particolari è stata una conquista.

La conquista del loro mondo

In questo percorso abbiamo cercato di far toccare ai bambini, ciò che a loro è più caro: l’amicizia .

Ai bambini la scuola è mancata , è mancato il contatto e le routine, i giochi e anche i litigi …ai bambini è mancata la quotidianità. Siamo mancate noi maestre.

Ora inizia un nuovo anno . Sarà un anno pieno di incognite, di novità, di regola da seguire, ma saremo insieme, ed insieme ce la faremo.

Potrebbe interessarti anche
strategie per scrivere Pinocchio città in miniatura

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola e ai suoi Webinar  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *