Il cartellone dei “ruoli”

Il cartellone dei “ruoli” 

per cogestire le attività

by Serena Bovone 

È iniziato un nuovo anno scolastico, ed ecco che nasce il cartellone dei “ruoli” o “degli incarichi” che può essere più o meno disegnato e che indica una serie di incarichi che i bambini devono svolgere (cameriere, aiutante della maestra, postino, ecc.).

Personalmente faccio colorare dai bambini le immagini e le plastifichiamo scrivendo vicino in modo chiaro e “comprensibile” il ruolo perché, pur non sapendo leggere, i bambini riconoscono le lettere, le parole scritte e le associano al disegno corrispondente.

I disegni vengono incollati su un cartellone, a disposizione metto delle mollette per fissare i i nomi dei bambini (nella mia classe vengono sorteggiati) che ogni giorno effettueranno l’incarico, affinché a rotazione tutti possano svolgere l’attività.

La vera motivazione sta nel responsabilizzare i bambini nei confronti della vita di classe, combinando cooperazione e partecipazione proprio come suggerito dal Consistency Management & Cooperative Discipline cioé la gestione della coerenza e la disciplina cooperativa. In quanto. La loro filosofia è la seguente:

Prevenzione: la gestione della classe è la prevenzione dei problemi piuttosto che la risoluzione dei problemi, riducendo così la necessità di intervento

Cura: un ambiente di cura è la base per la riforma della scuola (gli studenti vogliono sapere quanto ci tieni, non quanto sai);

Cooperazione: il passaggio da turisti a cittadini porta alla proprietà, al coinvolgimento e a maggiori opportunità di autodisciplina degli studenti;

Organizzazione: l’organizzazione della classe è una responsabilità reciproca che aggiunge tempo prezioso per l’insegnamento e l’apprendimento, crea la proprietà e l’autodisciplina degli studenti; 

Comunità:  un cartellone di attività ed eventi di coinvolgimento dei genitori e della comunità sono necessari per collegare la scuola a casa e soddisfare le esigenze della famiglia americana in evoluzione.

Ogni tema include strategie e attività che consentono agli studenti di diventare veri e propri partner in classe.

potrebbe interessare anche:

Turlututù aiutami tu                    con un filo intricato                         con un filo 2parte

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati / eventi  formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *