Lo scorrere delle stagioni tra terra e acqua con Monet

Il progetto didattico con lo staff di #progettoinfanzia é: 

Lo scorrere delle stagioni tra terra e acqua nel parco dell’Oglio con Monet

intercalato nella lingua inglese        

       video 000-monetClaude Monet, pioppi, tre alberi rosa in autunno, 1891

 “Tratti dai ventiquattro quadri dipinti da Monet nel 1891 con soggetto una fila di pioppi lungo il fiume  Epte affluente della Senna   nel comune di Limetz – Francia “

coinvolte due scuole di un istituto comprensivo mantovano.

00-oglio

 

Una scuola con tre sezioni e una scuola con due sezioni.

Pertanto i laboratori sono stati calibrati con tecniche e materiali idonei per le tre fasce d’età.  Otto laboratori impeniati sulle stagioni tra terra e acqua.

Autunno.  I pioppi del parco dell’Oglio a confronto con i quadri  di  Monet, dove  foglie  rosse, gialle, argento  e  oro  sorridono  al  cielo e,  un  pallido  sole  autunnale dolcemente le  illumina, riflettendole nelle acque del fiume

Tutto inizia con una uscita alle torbiere del parco Oglio………..dove i pioppi si riflettono nell’acqua………………..

1 laboratorio: lettura del quadro di Monet, similitudini con quanto visto durante l’uscita , quali piante riconosci, quante piante vi sono, quali colori della chioma, 0-monetdel cielo, secondo te dov’é il posto che Monet ha dipinto, quale stagione ha raffigurato

Monet, ti piace l’autunno,1-monet

secondo te a Monet piaceva l’autunno, quale emozione provi guardando questo quadro, vi sono solo i pioppi, i pioppi si riflettono nell’acqua……2-monet

Tecnica: per lo sfondo con le spugne – gesso bianco +  pigmento azzurro + rosa

per il tronco – cartoncino in tempera tonalità marrone

per la chioma  con tempera  rossa- gialla- arancione tecnica della timbratura

3-monet-stagnola

 

 

 

 

 

 

anni 3 carta stagnola appallottolata

 

 

 
3-monet-cotton

 

 

 

anni 4 cotton fioc a mazzetti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3-monet-spugne

 

anni 5 spugne varie

 

 

 

4-monet-4

 

 

 

 

 

 

 

per l’acqua e l’erba spugnatura a base tempera nei colori blu-azzurro- bianco e toni verdi .

 

Finalità

  • Avvicinare fin da piccoli i bambini alla natura, ai sui ritmi, ai suoi tempi, alle sue manifestazioni, per provare a consegnare loro un ambiente da esplorare, rispettare e amare, è la finalità specifica del progetto.

 

 

4-monet-spugne-1

  • progressiva acquisizione di competenze connesse alla capacità di osservare
  • attivare strategie non più casuali, ma finalizzate a mete prestabilite
  • formulare ipotesi da verificare
  • confrontare opinioni
  • costruzione di un pensiero e di un “atteggiamento scientifico” nell’accostarsi alla realtà che lo circonda
  • promuovere e acquisire abilità linguistiche verso l’apprendimento di una lingua straniera

Obiettivi educativi e didattici

  • Affinare le esperienze percettive rispetto alle caratteristiche della terra.
  • Scoprire le caratteristiche e i componenti del suolo.
  • Scoprire la varietà’ del suolo presente nel giardino e nel territorio circostante.
  • Conoscere l’importanza e le funzioni della terra per la vita degli uomini, degli animali e delle piante.4-monet-spugne-2

 

 

  • Osservare con curiosità e analizzare situazioni ed eventi.
  • Formulare ipotesi e previsioni relative ai fenomeni osservati e verificarle.
  • Operare classificazioni tra oggetti.
  • Lavorare con gli elementi e vari materiali per sviluppare la manualità’ e affinare differenti percezioni.
  • Stabilire relazioni temporali, causali, logiche.
  • Passare dall’esplorazione senso-percettiva alla rappresentazione simbolica del vissuto.
  • Incrementare consapevolezza e sensibilità nei confronti dell’ambiente.
  • Usare diverse tecniche espressive e comunicative.4-monet-spugne
  • Sviluppare la capacità di lavorare in gruppo, di negoziare e cooperare.
  • Apprezzare e rispettare gli ambienti naturali, in particolare quelli legati alla propria realtà territoriale
  • Affinare le capacità rappresentative e creative attraverso il disegno, la pittura, il collage, il modellare con una varietà di strumenti e materiali.
  • Sviluppare la capacità di esplorazione, osservazione e rielaborazione di dati, finalizzate all’acquisizione di un primo approccio scientifico.
  • Riconoscere e riprodurre i suoni della lingua straniera
  • Ascoltare e comprendere nella lingua straniera
  • Esprimere contenuti ed esperienze attraverso la rappresentazione grafico pittorica
  • Stimolare il senso critico, portandoli ad esprimersi in maniera non stereotipata dando ampio spazio alla singola creatività4-monet

 

 

Metodologia

Verranno proposte varie esperienze nelle quali prevarrà l’approccio sensoriale-corporeo, attraverso manipolazioni, esplorazioni, sperimentazioni del suolo

Lingua inglese del primo laboratorio: i colori, i numeri, le stagioni

Christmas time: storie e canti su acqua e terra a tema natalizio anche in lingua inglese .

Un esempio:

https://youtu.be/27mNjyGtIvw?list=RD27mNjyGtIvw

e  L’albero di Natale https://youtu.be/38I4fyyUa0c 

5-monetTutte le  attività si propongono di stimolare la curiosità dei bambini, presentando un contesto coinvolgente e positivo all’interno del quale i bambini s’accingono all’apprendimento degli elementi di base anche della lingua inglese.La proposta si fonda sui seguenti obiettivi pedagogici:FONETICO: ascoltare e ripetere parole, canzoni, filastrocche con la corretta pronuncia ed intonazione, nel rispetto dei tempi di apprendimento del bambino; LESSICALE: memorizzare i vocaboli più significativi e alcune brevi filastrocche o canzoni; COMUNICATIVO: interagire con l’insegnante e i compagni chiedendo/rispondendo, eseguendo/fornendo semplici comandi in inglese.

 

 

Alla domanda mi fai vedere il tuo quadro , con orgoglio ci é stato mostrato. Buon lavoro dallo staff di #progettoinfanzia 

potrebbe interessarti

in barba all’autunno             riciclando                   Klimt 

2-autunno  tony-2  1-klimt

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola
Share on Facebook0Share on Google+1Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *