Il tempo che passa: è autunno

L’idea che ci ha accompagnato tutto l’anno è stata quella di esplorare il giardino della nostra scuola per renderci conto dei mutamenti stagionali.
Vi lasciamo traccia di qualche attività che abbiamo propostoautunno (3)

Per introdurre l’argomento abbiamo raccontato una storia autunno gran pittore); da qui si é proseguito con una rappresentazione grafica e con conversazioni libere e guidate, sia per rilevare la comprensione della storia, che per rilevare le conoscenze dei bambini rispetto all’autunno.

Uscita in giardino: osservazione, raccolta di materiale e  sua classificazione.

Conversazione sui colori con a seguire stampa con le foglie,frottage con le foglie raccolte, creazione foglie  con carta di recupero e foglie stampate con stampi di piccoli tassi e tappi.

Il gioco del gusto: riconoscimento dei sapori di frutta e verdura autunnale anche ad occhi bendati

Motricità legata alle foglie e al loro movimento ascoltando Vivaldi ….
Percorsi inventati dai bambini: gli animali che raccolgono le provviste per l’inverno con rappresentazione grafica del percorso e delle tappe in sequenza( 4/5 tappe)

Lettura di brani tratti dal libro  Bandiera di Mario Lodi

Pregrafismo:seguendo il contorno delle foglie

Matematica: dallla foglia più grande a quella più piccola; da quella più piccola a quella più grande.
Classificazione del materiale raccolto in giardino in base ad un attributo ( forma, colore)

Le feste dell’autunno: la festa della “lumera” dai racconti dei nonni
Lettura della storia ” il ragno e la zucca” con rappresentazione grafica e stampa con stencil portati dai bambini

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *