Una palla e un filo per conoscersi

Una palla e un filo per conoscersi

Per una scuola piacevole, inclusiva, giocosa e creativa 

proponiamo un percorso di conoscenza ludica, in modo di utilizzare gli aspetti comunicativo-relazionali del messaggio corporeo per scoprire un nuovo modo di esprimersi attraverso il corpo favorendo la capacità di autocontrollo e ascolto.

Per trovare una sintonia di gruppo ricordiamo di dare semplici regole come: ascoltare l’adulto, aspettare il proprio turno in silenzio, rispettare lo spazio dei compagni.

  • Il gioco di conoscenza consiste nel sedersi in cerchio sul pavimento e far rotolare una palla fino ad un altro compagno cercando di farla passare attraverso degli ostacoli posti al centro del cerchio. (Ostacoli per aumentare la concentrazione del tiro da inserire a seconda dell’età dei partecipanti).

Quando al bambino/a arriva la palla, pronuncia il proprio nome, la rilancia verso un altro bambino/a, finché l’azione viene effettuata da tutti.

Il gioco continua  chiedendo di aggiungere al proprio nome un colore, oppure qual è il suo giocattolo o gioco preferito…utilizzando al posto della palla, un gomitolo.

  • Quando il gomitolo arriva al bambino/a, questi deve arrotolare il filo al polso prima di rilanciarlo. Alla fine del giro si sarà formata una ragnatela che sarà ricreata a terra utilizzando del nastro adesivo colorato. Su questa ragnatela si possono effettuare: giochi di motricità per favorire lo sviluppo motorio dei bambini scegliendoli secondo l’età e giochi logico matematici. ( es. quali forme geometriche riconosci?, qual é la forma geometrica più grande, oppure,  vedi foto in basso, sopra una linea retta , coprendola, disponi dei cerchi gialli, rossi, blu alternandoli……..)
  • Il gioco della ragnatela continua riproducendo la ragnatela ad una altezza di 30 cm da terra. Quindi si chiede ai bambini di trasformarsi in tanti ragnetti e infilarsi tra gli spazi eseguendo gli input dell’adulto.
  • L’alfabetizzazione fisicaaiuta il bambino a imparare a muoversi con sicurezza e controllo, a favorire attenzione e concentrazione, a potenziare specifiche competenze, a utilizzare gli aspetti comunicativo-relazionali del messaggio corporeo, a sviluppare capacità cooperative, a giocare in modo costruttivo, collaborativo, partecipativo e creativo. 

Alcuni esempi coricati sotto il filo, respira lentamente;  siediti senza toccare il filo; alzati infilandoti in uno spazio; infila un braccio sotto il filo;  infila l’altro braccio sopra il filo; abbraccia il tuo compagno; braccia in alto e prendi la mano al tuo compagno….

  • La ragnatela può essere realizzata anche in verticale sul muro, qui una idea proposta agli #ArTELIER by #MicolBlanchard                                                 

Potrebbe interessarti anche :

abbattiamo il muro                            La ragnatela 1                            la ragnatela 2 

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *