Una finestra nell’immaginario

Una finestra nell’immaginario

by Giulia Salis Spiga

scuola infanzia – treenni

Dalla tecnica di Tullet Herve❤ ” le tasche piegate” proposta nell’ ultimo grandioso progetto ” The Ideal Exhibition”,  dove sviluppa  laboratori virtuali per favorire una collaborazione mondiale  e “al suo fianco”  creare le proprie opere d’arte. 

Un buco sul foglio… lo strappo e la creatività di ogni bambino vola alta….🦋.. trovandosi catapultati in una vera finestra nell’immaginario.

Dopo aver dipinto con tempere e pennello a piacimento un foglio A4,  i bambini sono stati rapiti dall’idea di poter strappare il foglio…

mi guardavano come dire: ” ma davvero posso!?”

E una volta partiti hanno fatto un sacco di  buchi 🤣😂

Questo è stato… si affacciavano dal buco per vedere cosa farlo diventare🤣

Quindi ho incollato sul retro un foglio bianco per permettere  ai bambini di cogliere meglio  la forma che avrebbero voluto creare…

farfalla, pesce, mostro, indiano, gatto …..

Nel nostro caso ( qui il link a quanto proposto da Tullet ), una parte è rimasta attaccata a formare o la coda del gatto o l’ala della farfalla o la piuma ……..Come entrare in un altro mondo… fantastico!

In questa attività é stata sviluppata appieno la coordinazione oculo- manuale, perché coordinare lo strappo, quindi l’azione delle mani,  alla percezione visiva del controllo  di non andare oltre i bordi é stata una gran fatica!

Comunque, avendo lasciato i bambini liberi di strappare, ha fatto si che la complessità dell’esecuzione non li bloccasse, anzi é stato come  un atto liberatorio che ha permesso ad ognuno di loro di  affermare se stesso.

Altre idee con Giulia Spiga

Herbin                                   Calamite ad arte                  Segno forma colore 

 

       

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *