Strappo, buco, scrivo dall’arte di John Himmelfarb

Strappo, buco, scrivo

dall’arte di John Himmelfarb

I quadri di John Himmelfarb sembrerebbero contenere tanti segni senza senso che si muovono dentro la tela, in realtà se li guardiamo con occhi da insegnante possiamo farci condurre in divertentissimi e ingegnosi passaggi per accompagnare i bambini

all’osservazione, all’esplorazione, alla conquista del segno grafico e quindi all’apprendimento della scrittura senza insegnargli a scrivere.

Sicuramente è un nuovo modo di proporre pre-scrittura, proiettata verso una scuola innovativa dove i bambini secondo i compiti assegnati, consulteranno le risorse, le analizzeranno, le sceglieranno e le utilizzeranno, per produrre il prodotto seguendo procedimenti definiti, utilizzando i materiali e gli strumenti a disposizione o ricercandoli, ma sempre secondo libera interpretazione.

Metodologia:

Dati una decina di fogli colorati di forma rettangolare, abbiamo suggerito ai bambini di strappare lembi di carta per rendere il foglio di forma informe e aggiungere uno o più fori.

Con loro abbiamo già realizzato attività di strappo e foratura, pertanto hanno le conoscenze per procedere nella realizzazione di quanto richiesto.

Terminata l’operazione strappo – foro, procediamo con la richiesta di incollare in libertà i fogli su un cartoncino e tracciarvi sopra dei segni grafici, lasciandosi ispirare dalla forma assunta dal foglio.

Verbalizzazione dell’attività: strappo, buco, scrivo

Potrebbe essere un quadro? Se si quale titolo daresti? Buchi colorati, fogli rotti….

Sapete che vi è un artista famoso che ha realizzato quadri come i vostri, volete conoscerlo?

Eccolo si chiama John Himmelfarb e come voi ha strappato e scritto su pezzi di foglio colorati, noi in più abbiamo bucato. Guardiamo quali sono i suoi segni grafici. Sono tantissimi c’é  l’ hashtag , una paletta, un cane in bicicletta, un pettine.…..

Campi d’esperienza predominanti: linguaggio, manipolazione, creatività.

Finalità: Acquisizione di competenze percettivo-motorie e cognitive. 

Obiettivo: Saper usare materiale e tecniche grafiche in modo creativo e corretto

potrebbe interessarti:

viaggio nell’immaginario                     sulle orme di Nadine                       Capelli al vento 

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /workshop formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *