Il filo …sensazionale progetto annuale le U.D.A.

Il filo …sensazionale

progetto annuale le U.D.A.

by Laura Corizza,  Alessia Galli, Marta Pestozzi, Serena Stocco.

Di seguito le unità didattiche di apprendimento

UNITA’ DI APPRENDIMENTO 

 

Denominazione

IL FILO…SENSAZIONALE

 

Prodotti

Il filo emozionato

C’è un filo che ci unisce…si chiama amore

Il filo di Arianna

 

Competenze chiave/competenze culturali

 

Evidenze osservabili

Competenze sociali e civiche

Consapevolezza ed espressione culturale

Comunicazione nella madre lingua

Imparare ad imparare

Eseguire correttamente consegne seguendo istruzioni

Realizzare esperienze di manipolazione e realizzazione grafica

 Abilità

(in ogni riga gruppi di abilità conoscenze riferiti ad una singola competenza)

 

 Conoscenze

(in ogni riga gruppi di conoscenze riferiti ad una singola competenza)

Saper riconoscere se stessi come diversi dall’altro

L’ambiente scolastico

Manifestare il senso di appartenenza: riconoscere i compagni, le maestre, gli spazi, i materiali, i contesti, i ruoli.

Le regole che aiutano a stare bene insieme

Saper rispettare gli altri nella loro diversità

Lessico fondamentale per la gestione di comunicazioni orali semplici

Conoscere e riconoscere ogni parte del corpo

Principali forme di espressioni artistiche

 

Lessico di base su argomenti di vita quotidiana

 

Denominazione parti del corpo

Utenti destinatari

Bambini di tre anni

Prerequisiti

Ascoltare ed eseguire le consegne

Colorare, ritagliare, incollare

Abilità grafo-motoria rispettando le commesse assegnate

Svolgere attività manipolative in maniera autonoma

Utilizzare tecniche espressive diverse

Fase di applicazione

Gennaio e metà marzo

Tempi

Durante la giornata scolastica, in alternanza con altre attività

Esperienze attivate

Giochi

Attività di socializzazione e aggregazione

Circle time, problem solving, cooperative learning

Metodologia

Attività grafico – pittoriche – manipolative – drammatico – musicali

Risorse umane

Docenti di sezione

Strumenti

Materiale strutturato e non

Valutazione

Osservazione su “come” i bambini percepiscono  il se come diverso dell’altro

Osservazione su “come “ i bambini vivono la propria individualità, le reazioni e gli approcci con i compagni e con le insegnanti

Osservazione sulla partecipazione dei bambini alle attività proposte

     

Il filo …sensazionale

progetto annuale le U.D.A.

UNITA’ DI APPRENDIMENTO

 

Denominazione

ACCOGLIENZA

 

Prodotti

Non perdere il filo

 

Competenze chiave/competenze culturali

 

Evidenze osservabili

Competenze sociali e civiche

Consapevolezza ed espressione culturale

Comunicazione nella madre lingua

Imparare ad imparare

Eseguire correttamente consegne seguendo istruzioni

Realizzare esperienze di manipolazione e realizzazione grafica

 Abilità

(in ogni riga gruppi di abilità conoscenze riferiti ad una singola competenza)

 

 Conoscenze

(in ogni riga gruppi di conoscenze riferiti ad una singola competenza)

Saper superare serenamente il distacco dalle figure parentali

L’ambiente scolastico

Manifestare il senso di appartenenza: riconoscere i compagni, le maestre, gli spazi, i materiali, i contesti, i ruoli.

Le regole che aiutano a stare bene insieme

Saper rispettare semplici regole di convivenza

Le regole nei giochi di gruppo

Scambiare giochi, materiali, ecc…

L’aula e gli spazi d ella scuola

Saper ascoltare gli altri

Principali forme di espressioni artistiche

Saper riconoscere il nuovo ambiente e sapersi muovere con disinvoltura negli spazi della scuola

Lessico fondamentale per la gestione di comunicazioni orali semplici

Esprimere il proprio mondo interiore utilizzando il linguaggio grafico

Lessico di base su argomenti di vita quotidiana

Utenti destinatari

Bambini di tre anni

Prerequisiti

Ascoltare ed eseguire le consegne

Colorare, ritagliare, incollare

Abilità grafo-motoria rispettando le commesse assegnate

Svolgere attività manipolative in maniera autonoma

Utilizzare tecniche espressive diverse

Fase di applicazione

Settembre e metà ottobre

Tempi

Durante la giornata scolastica, in alternanza con altre attività

Esperienze attivate

Giochi

Attività di socializzazione e aggregazione

Circle time, problem solving, cooperative learning

Metodologia

Attività grafico – pittoriche – manipolative – drammatico – musicali

Risorse umane

Docenti di sezione

Strumenti

Materiale strutturato e non

Valutazione

Osservazione su “come” i bambini vivono il distacco dalle figure di riferimento

Osservazione su “come “i bambini vivono il tempo scuola, reazioni, approcci con i compagni, con le

insegnanti

Osservazione sulla partecipazione dei bambini alle attività proposte

     

Il filo …sensazionale

progetto annuale le U.D.A.

UNITA’ DI APPRENDIMENTO

 

Denominazione

IL FILO… NATURALE

 

Prodotti

Colori (Tullet)

Il giornalino

Il tempo corre…sul filo di una ragnatela

 

Competenze chiave/competenze culturali

 

 

Evidenze osservabili

Competenze di base in matematica, scienze e tecnologia

Eseguire correttamente consegne seguendo istruzioni

Competenze sociali e civiche

Sperimentazione di esperienze di manipolazione e realizzazione grafica

Consapevolezza ed espressione culturale

 

Comunicazione nella madrelingua

 

Spirito di iniziativa e intraprendenza

 

Imparare ad imparare

 

 Abilità

(in ogni riga gruppi di abilità conoscenze riferiti ad una singola competenza)

 

 Conoscenze

(in ogni riga gruppi di conoscenze riferiti ad una singola competenza)

Riconoscere le caratteristiche degli ambienti naturali attraverso la sperimentazione artistica

Vari tipi di ambienti naturali e non

Saper individuare gli aspetti tipici delle quattro stagioni ed esplorarli i 5 sensi

Le stagioni e le loro caratteristiche

Saper cogliere le trasformazioni naturali

I colori

Saper riconoscere i fenomeni atmosferici

Semplici forme di espressione artistica

Impugnare correttamente i colori e le matite

Concetti topologici

Coordinarsi progressivamente a livello oculo – manuale

 

Saper riconoscere i colori primari nella realtà e riprodurli

 

Individuare i colori secondari nelle quattro stagioni

 

Saper usare le varie tecniche manipolative e grafico – pittoriche

 

Utilizzare con creatività diversi materiali

 

Utenti destinatari

Bambini di tre anni

Prerequisiti

Ascoltare ed eseguire le consegne

Colorare, ritagliare, incollare

Abilità grafo-motoria rispettando le commesse assegnate

Svolgere attività manipolative in maniera autonoma

Utilizzare tecniche espressive diverse

Fase di applicazione

L’intero anno scolastico

Tempi

Durante la giornata scolastica, in alternanza con altre attività

Esperienze attivate

Giochi individuali e di gruppo con materiale strutturato e non

Esplorazione, osservazione, conversazione e drammatizzazione

Metodologia

Giochi

Attività di socializzazione e aggregazione

Circle time, problem solving, cooperative learning

Risorse umane

Docenti delle sezioni

Strumenti

Circle time, problem solving, cooperative learning

Attività manipolative e grafico – pittoriche

Valutazione

Osservazione occasionale e sistematica per verificare la capacità di partecipazione alle attività e ai giochi proposti

Osservazione della capacità di individuare e conoscere gli aspetti caratteristici delle stagioni

Attività pittorico – manipolative

     

Il filo …sensazionale

progetto annuale le U.D.A.

UNITA’ DI APPRENDIMENTO

 

Denominazione

IL FILO…LOGICO 

 

Prodotti

Segui il filo

Per filo e per disegno

Fili…forme

Per fare il mondo…basta una linea

Ascolto e disegno… seguendo il filo del dettato

 

Competenze chiave/competenze culturali

 

Evidenze osservabili

Competenze sociali e civiche

Eseguire correttamente le consegne assegnate

Consapevolezza ed espressione culturale

Realizzare manufatti in relazione a quanto sperimentato o appreso

Comunicazione nella madrelingua

 

Spirito di iniziativa e di intraprendenza

 

Competenze di base in matematica

 

 Abilità

(in ogni riga gruppi di abilità conoscenze riferiti ad una singola competenza)

 

 Conoscenze

(in ogni riga gruppi di conoscenze riferiti ad una singola competenza)

Saper attivare comportamenti rispettosi e corretti nei confronti degli altri

Semplici forme di espressione artistica

Saper giocare e lavorare con gli altri bambini

Il corpo e le possibilità motorie

Condividere momenti con compagni e insegnanti

Lessico fondamentale per la gestione di semplici conversazioni

Saper comunicare ed esprimere emozioni utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente

Concetti topologici e geometrici

Sperimentare colori e forme di espressività artistica e realizzare manufatti utilizzando diverse tecniche manipolative e coloristiche

 

Utenti destinatari

Bambini di tre anni

Prerequisiti

 

Sapersi muovere ed orientare nello spazio

Colorare, ritagliare, incollare, dipingere

Abilità grafo-motoria

Attività manipolative

Fase di applicazione

L’intero anno scolastico

Tempi

Durante la mattinata scolastica, in alternanza con altre attività

Esperienze attivate

 

Racconti

Conversazioni

Giochi

Drammatizzazione

Metodologia

Attività costruttive e pittoriche

Risorse umane

Docenti delle sezioni

     

 

LABORATORIO SPERIMENTALE

                                               della Letto-Scrittura

 

Globalismo Affettivo

 

Denominazione

 

GLOBALISMO AFFETTIVO

 

Prodotti

Realizzazione di un libro:

 “Laboratorio sperimentale della Letto-Scrittura. Globalismo Affettivo”

 

Premessa

L’intento del laboratorio è quello di avvicinare i bambini al mondo delle lettere coinvolgendo la sfera affettiva, emotiva e fantastica. È un metodo fonematico in quanto la base del percorso rimane l’associazione immagine/lettera ma diventa informatizzato perché viene svolto anche con l’utilizzo del computer che permette in maniera interattiva di riconoscere le lettere e di memorizzarle. Le lettere “nascono” all’interno di storie attraverso un filo narrativo in cui i personaggi si trasformano in lettera.

Il metodo parte da un racconto che coinvolge globalmente i bambini attraverso l’ascolto, la visione delle varie sequenze, la drammatizzazione, la verbalizzazione, la colorazione. L’ambito affettivo viene interessato nel momento in cui emergono le emozioni e i sentimenti dei personaggi.

 

Competenze chiave/competenze culturali

COMUNICAZIONE NELLA MADRE LINGUA

 

Campi di Esperienza prevalenti e concorrenti

I DISCORSI E LE PAROLE

 

Competenze Specifiche

·      Comprendere testi di vario tipo letti da altri

·      Padroneggiare gli strumenti espressivi per gestire l’interazione verbale nei vari campi di esperienza

 

Evidenze osservabili

·      Eseguire correttamente consegne seguendo istruzioni

·      Realizzare semplici esperienze di scrittura, scrivere il proprio nome, copiare parole a corredo di disegni

 

Abilità

·      Descrivere e raccontare storie e racconti

·      Familiarizzare con la lingua scritta attraverso la lettura dell’adulto, l’esperienza con libri

·      Sperimentare prime forme di comunicazione attraverso la scrittura utilizzando anche le tecnologie

 

Conoscenze

·      Elementi di base delle funzioni della lingua

·      Lessico fondamentale per la gestione di semplici comunicazioni orali

 

Compiti Significativi

·      Ricostruire verbalmente le fasi di una storia e illustrarne le sequenze

·      A partire da una storia letta e/o narrata, ricostruire le azioni dei protagonisti e individuare i sentimenti da essi vissuti

 

Competenze chiave/competenze culturali

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

 

Campi di Esperienza prevalenti e concorrenti

IL CORPO E IL MOVIMENTO

 

Competenze Specifiche

·      Padroneggiare abilità motorie di base in situazioni diverse

·      Utilizzare gli aspetti comunicativi relazionali del messaggio corporeo

 

Evidenze osservabili

·      Padroneggiare gli schemi motori di base statici e dinamici

·      Esprimere intenzionalmente messaggi attraverso il corpo: espressione non verbale

 

Abilità

·       Distinguere, in riferimento ad esperienze vissute, comportamenti e azioni

·      Padroneggiare gli schemi motori statici e dinamici di base: correre, saltare, strisciare, …

·      Esercitare le potenzialità sensoriali, conoscitive, relazionali, ritmiche ed espressive del co

 

 

Conoscenze

·      Il movimento sicuro

·      Le regole dei giochi

·       I comportamenti sicuri

 

 

Compiti Significativi

·      Ideare ed eseguire movimenti per esercitare le diverse parti del corpo: camminare su un piede, saltellare, accompagnare una filastrocca o un ritmo con un gioco di mani

·      Rappresentare situazioni attraverso il gioco simbolico o l’attività mimico-gestuale

 

Competenze chiave/competenze culturali

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

 

Campi di Esperienza prevalenti e concorrenti

IMMAGINI – SUONI – COLORI

 

Competenze Specifiche

·      Padroneggiare gli strumenti necessari ad un utilizzo dei linguaggi espressivi, artistici, visivi, multimediali (strumenti e tecniche di fruizione e produzione, lettura)

 

Evidenze osservabili

·      Riferire in forma orale il contenuto di racconti, narrazioni, filmati

·      Drammatizzare racconti, narrazioni, filmati

·      Illustrare graficamente racconti, narrazioni, filmati

 

Abilità

·      Comunicare, esprimere emozioni, raccontare attraverso diverse forme di rappresentazione, il disegno, la pittura e altre attività manipolative e utilizzando diverse tecniche espressive

·      Leggere e interpretare le proprie produzioni e quelle degli altri

 

Conoscenze

·      Tecniche di rappresentazione grafica, plastica, audiovisiva

 

Compiti Significativi

·      Drammatizzare situazioni, testi narrati e ascoltati

·      Rappresentare situazioni, testi narrati e ascoltati, attraverso il disegno, la manipolazione, utilizzando tecniche e materiali diversi, descrivere il prodotto

 

Utenti destinatari

Tutti i bambini della sezione

 

Prerequisiti

Ascoltare ed eseguire le consegne

Colorare, ritagliare, incollare

Eseguire percorsi motori

Abilità grafo-motoria rispettando la direzionalità (sinistra-destra; in alto-in basso)

Motricità fine

Svolgere attività manipolative

Utilizzare tecniche espressive

 

Fase di applicazione

Tutto l’anno

 

Tempi

Due ore per ogni settimana

 

Esperienze attivate

Vedere “spiegazione delle fasi”

 

Metodologia

Gli elementi caratterizzanti della metodologia sono:

·   La narrazione

·   La simulazione

·   La drammatizzazione

·   L’ascolto

·   Il dialogo

·   Il gioco

·   Il lavoro individuale

·   Il lavoro di gruppo

·   La relazione

·   La socializzazione dell’esperienza

 

Risorse umane

 

Docenti delle sezioni che si sono formate

 

Strumenti

·      Personaggio guida del percorso (dottor Nino)

·      Materiale strutturato e non di uso comune nella scuola dell’infanzia: schede strutturate previste dal metodo, carta di vario tipo, colla, forbici, tempera, ecc. …

 

Valutazione

 

INIZIALE: per delineare o individuare le competenze possedute dagli alunni (prerequisiti)

IN ITINERE: per valutare la motivazione e lo spirito partecipativo durante lo svolgimento delle attività

FINALE: per valutare l’acquisizione delle competenze, previste dal progetto nonché:

·    Comprendere testi di vario tipo letti da altri

·    Padroneggiare gli strumenti espressivi

·    Padroneggiare abilità motorie di base in situazioni diverse

·    Utilizzare gli aspetti comunicativi relazionali del messaggio corporeo

·    Padroneggiare gli strumenti necessari ad un utilizzo dei linguaggi espressivi, artistici, visivi, multimediali (strumenti e tecniche di fruizione e produzione, lettura)

 

Specificazione delle fasi

Il progetto si colloca nell’ottica di una valorizzazione delle relazioni personali significative e del gioco dove la fantasia si mescola alla tecnologia; nel coinvolgimento della sfera affettiva ed emotiva del bambino; nella creazione di un’amicizia che si crea tra i bambini e le lettere; in un apprendimento che coinvolge i bambini in maniera globale (ascolto, visione, recitazione, verbalizzazione, drammatizzazione, comunicazione grafo-pittorica, compilazione di schede, giochi interattivi al computer e i canti).

Cosa si chiede di fare:

la realizzazione del progetto prevede sei fasi:

• Racconto e drammatizzazione delle storie

• Rielaborazione verbale delle storie e l’uso degli strumenti per disegnare

• Gioco al computer e memorizzazione dei canti

• Compilazione delle schede di riconoscimento e di memorizzazione

• Rappresentazione grafica

In che modo:

l’attività verrà svolta con la formazione di gruppi omogenei per età.

 

 

Fasi

 

Attività

 

 

Strumenti

 

Soggetti coinvolti

 

Valutazione

1

Racconto da parte dell’insegnate delle storie che contemporaneamente

vengono drammatizzate dai bambini

Materiale che di volta in volta viene preparato dall’insegnante tenendo in

considerazione gli elementi

principali della storia

Tutti i bambini

L’interesse, la capacità di ascolto e lo spirito partecipativo dei bambini che di volta in volta vengono interessati alla drammatizzazione

2

Rielaborazione verbale delle storie

Circle time

Problem solving

Tutti i bambini

La padronanza di uso della lingua italiana e la capacità di rielaborazione

3

Coloritura delle schede

di riconoscimento e di

memorizzazione relative alla storia

Schede strutturate, colori,

pennarelli

Tutti i bambini

L’autonomia del bambino nella compilazione delle schede didattico.

4

Rappresentazione grafica del grafema

Fogli, colori di vario tipo.

Tutti i bambini

La pertinenza degli elaborati

prodotti

BIBLIOGRAFIA UTILE

WILLIAM WONDRISKA, Non perdere il filo

SERENA VIOLA, Il filo emozionato

SIEB POSTHUMA, Il filo di Calder

  1. COLLET e C. HUDRISIER, Le fil rouge

VANESSA ROEDER, Lucy e il filo dell’amicizia

JIMI LEE, In linea

MAC BARNETT, Filo magico

RENATA ANGELETTI, Chi se la fila

ALESSANDRO SANNA, Mano felice disegna l’aria

CAUCHY e L. SIMON, La linea e il punto

TULLET, Formes!

TULLET, Pallini

TULLET, Colori

TULLET,Oh!

TULLET, Un gioco

Potrebbe interessarti anche :

il progetto educativo sul filo           un filo intricato nel quale troverete tutti i laboratori 

 Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *