I pallini  di neve: dall’ opera di Nagashi Laaya

                I pallini  di neve: dall’ opera di              Nagashi Laaya

by Piera Tofani e Sabrina Zoppellaro

Vi presentiamo la nostra esperienza intitolata ” I pallini  di neve” dall’ opera di Nagashi Laaya” , esperienza laboratoriale  suddivisa in tre step.

1 ° step I pallini  di neve: dall’ opera di Nagashi Laaya:   le insegnanti presentano il quadro della pittrice giapponese Nagashi Laaya  ai bimbi gialli 4 anni i quali hanno subito un momento di riflessione e di esternazione di stati d’animo.

Raccogliamo tutte le parole dei bambini e verbalizziamo: maestra è un albero con la neve quando è inverno e quando nevica.. io vedo che dietro l’albero c’è tanto blu nella parte di sotto e sopra è più chiaro diventa celeste chiaro…

Io vedo l’albero che è tutto nero come la notte perché è un albero secco è senza foglie perché sono cadute tutte è inverno …Sui rami c’è tanta neve è fatta come le chioccioline di Tullet… A me invece sembrano tanti pallini di colore bianco e certi sono grigi .

A me invece sembra che la neve assomigli alle caramelle che mangia mia nonna …La neve la fa cadere il vento e la pioggia sui rami e poi si appoggia con le ali piano piano soffice sui rami… Anche io voglio fare questo dipinto uguale o lei!!!

2°step I pallini  di neve: dall’ opera di Nagashi Laaya: dettagli e preparazione tecnica per l”esecuzione!…22 cartoncini bianchi dimensione 33 x 44 tempere nero, bianco, blu, pennelli di varie dimensioni e pennellesse schiuma da barba colla vinilica

3°step I pallini  di neve: dall’ opera di Nagashi Laaya: momento di riproduzione del quadro via al lavoro !Ognuno ha il suo cartoncino prende la pennellessa e il colore blu oltremare a tempera intinge il colore e fa una bella striscia in basso poi ancora un’altra e un’altra ancora salendo verso l’alto.                                             Ora però il blu diventerà azzurro e via via celeste chiaro in alto alla  fine del  cartoncino (concetti topologici) lasciamo asciugare la pittura.

Il giorno dopo i cartoncini sono tutti asciutti e possiamo procedere col fare l’albero, prendiamo un pennello medio lo intingiamo nella tempera nera e ognuno  traccia una striscia nera che è il tronco ,                    notano che la striscia  va fatta nella parte più a destra del cartoncino mentre nella parte alta invece fanno i rami .L’albero è tutto nero !lasciamo asciugare  .

Il terzo giorno lo dedichiamo alla neve sui rami. I bimbi sono gioiosi e insieme sperimentiamo la nuova tecnica prendiamo una ciotola per ognuno posizionata davanti a sé con tempera bianca colla vinilica e schiuma da barba ed ora mescoliamo.

Ed ecco la neve il bambino prende un pennello piccolo lo intinge nella neve ottenuta e fa un Punto sul ramo facendo fare un giro intorno al pennello ed ecco apparire un pallino di neve e via via tanti pallini bianchi fino a riempire tutti i rami e poi alcuni pallini grigi vicino ai pallini bianchi sopra i rami dell’albero e alcuni che scendono sotto perché stanno per cadere   .

Dai momenti di gioia e stupore nell’esecuzione e nell’osservazione del dipinto il bambino ha rinforzato i concetti topologici ,ha riconosciuto i colori e sperimentato che  dallo scuro diventa più chiaro ha fatto la miscela di sostanze per una tecnica di colore bianco ,e tanta manualità !

Dopo tanti giochi di colore ogni bambino ha riprodotto il suo dipinto in modo personale dando sfogo alla sua creatività .

Ecco che ha davanti a sé un albero nero dalla chioma bianca.. un inverno dal cielo blu e celeste! Davvero emozionante questa riproduzione !!

Ogni bambino ha definito il suo quadro bellissimo!Eccone alcuni tratti dal laboratorio “I pallini  di neve”  dall’ opera di Nagashi Laaya

Ringraziamo tutto lo staff e Micol Blanchard  con affetto Piera&Sabrina

  Carolina Coto                 Fermento innovativo          Educare alla bellezza 

        

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /workshop formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *