Composizioni alla Mondrian, tra arte e geometria

Composizioni alla Mondrian,

tra arte e geometria.

“MAT…AMIAMOCI”

classi 3 ^

scuola primaria  San Pietro Vernotico – Pon

“ Mondrian dipinge un vero e proprio teorema matematico che rispetta rigorosamente i principi fondanti di equilibrio formale e ritmo tra le forme”.

Per il potenziamento dell’insegnamento della geometria , la ricerca di una trasposizione didattica consapevole e ragionata attraverso l’utilizzo di oggetti concreti per avviare gli alunni  a concetti geometrici  e allo sviluppo della capacità di collegamento tra conoscenze e trasferimenti in altri contesti.

Riprendiamo le composizioni con le forme geometriche:  dettato grafico di linee orizzontali e verticali per realizziamo un reticolato, dettato grafico dei colori primari per colorare le forme che si sono formate cercando equilibrio e armonia. Lo stesso colore non deve combaciare.

Utilizziamo la tecnica del cambio pennarello per disegnare le linee.

Attività matematiche: la divisione

Dividiamo i compiti, chi dipinge con il blu, il giallo, il rosso.

Distribuire i compiti in parti uguali

Raggruppare le scatole in parti uguali

  1. a) Divisione come ripartizione ed uso degli schieramenti
  2. b) Divisione come contenenza
  3. c) I termini della divisione

Solo al termine dell’attività é stato  presentato il pittore Piet Mondrian
visionando  con gli alunni immagini e fotografie delle sue opere alla Lim.

Alla ricerca dell’errore.

Nel prossimo post vi presenteremo  gli obiettivi tecnici
Elaborare un progetto personale. Costruire villaggi rispettando le regole:  i colori delle finestre delle case (regioni ) confinanti non devono essere dello  stesso colore .

Esperta esterna : Lorenza Ongari nike name Micol Blachard

Tutor: Carmelita Miccoli

Potrebbe interessarti anche :

le figure geometriche         nodi confini regioni        Mirò e la geometria 

          

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *