Grammatica della fantasia.

Grammatica della fantasia.

Sbagliando s’impara, é un vecchio proverbio. Il nuovo potrebbe dire che sbagliando s’inventa. Gianni Rodari  – Grammatica della fantasia

Inventa una storia partendo dalla visione del silent book ” l’onda ” di Susy Lee.  Classe 3 . Ins. AnnaMaria Melli  a seguito Pon con Lorenza Ongari Continua la lettura di Grammatica della fantasia.

Linee verticali, da Giochi di forme.

Linee verticali, da Giochi di forme.

by Giovanna D’Auria 

Dal quaderno operativo: Giochi di forme: impariamo da Herbin,  di Micol Blanchard ed Asiah Pinardi: le linee verticali.

“Il bambino è fatto di cento….Cento modi di giocare e di parlare, cento sempre cento modi di ascoltare, di stupire, di amare, cento allegrie per cantare, e capire, cento mondi da scoprire” Tratto da Invece il vento c’è di L. Malaguzzi”.”

Ed è proprio dallo scoprire che parte questa nuova avventura. Al mio rientro dall’ArTELIER di Micol Blanchard tenutosi a Torrita di Siena, ho portato a scuola la mia solita valigia, ma con un regalo speciale per i bambini. Continua la lettura di Linee verticali, da Giochi di forme.

Hay hay Halloween

Hay hay Halloween

by Micol Blanchard 

classi 4 scuola primaria 

Quali sono le conoscenze che i bambini/e hanno riguardo al materiale pelle? Quale utilizzo se ne potrebbe fare?

Ed ecco che uno scarto aziendale per la sua funzione-non funzione, per la sua sagoma speciale, per il suo colore, ad uno sguardo attento si presta ad allegorie iconiche. Continua la lettura di Hay hay Halloween

Il filo dell’arte

Il filo dell’arte

La nuova proposta per colorare

by Micol Blanchard

All’ArTELIER di Andezeno – Torino, Micol Blanchard ha presentato la nuova tecnica pittorica “ il filo dell’arte” per incoraggiare, stimolare, provocare la capacità artistica di bambini/e che approcciano al colore, favorendo la sperimentazione di un nuovo inusuale supporto tecnico artistico per uscire dai processi tradizionali ed entrare in una sperimentazione contemporanea ed innovativa. Continua la lettura di Il filo dell’arte