ABBATTIAMO IL MURO

ABBATTIAMO IL MURO

Accoglienza per la valorizzazione di ciascuno

(classe quarta scuola primaria)

by Letizia Locatelli 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE : abbattiamo il muro 

L’alunno:

1)utilizza materiali e tecniche adeguate per esprimere sensazioni, emozioni, pensieri in produzioni di vario tipo:

  • grafiche
  • plastiche

2) guarda le immagini statiche e in movimento descrivendo verbalmente impressioni ed emozioni.

3)Produce semplici testi, di vario tipo, legati a situazioni reali o fantastiche, strutturandoli in forma completa e rispettando le fondamentali convenzioni ortografiche.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO. Abbattiamo il muro 

L’alunno sa:

1a) Realizzare immagini distinguendo:

  • forme
  • colori
  • figure in primo – secondo piano

1 b) Produce ritmi di linee, forme, colori

2a)Utilizzare gli indicatori spaziali per descrivere ciò che vede (paesaggi e opere d’arte).

2b) Riconoscere linee e gradualità di colore in immagini per la differenziazione dei piani.

3) Produrre testi di vario genere, partendo da tracce e schemi predisposti, per:

– sviluppare competenze di scrittura – comunicare esperienze – narrare – descrivere – dare informazioni – sviluppare la creatività.

ATTIVAZIONE: Questo percorso ha  inizio dalla lettura dell’albo illustrato

“Il Muro”di Macrì -Zanotti ed. Nui Nui

SVILUPPO : Partendo dalla lettura del libro, i ragazzi hanno cercato di identificarsi in alcuni degli abitanti di questo regno dando uno sguardo (tema di istituto) alle proprie inclinazioni, gusti o attitudini. 

Successivamente hanno rappresentato il loro ritratto su di una scatola entro la quale ogni bambino ha inserito un biglietto indicante i punti di forza di ciascuno.

Essendo un percorso che ha coinvolto tutte le classi della scuola, abbiamo deciso di mettere in scena in palestra la drammatizzazione di questa storia.

-I bambini sono stati truccati con i colori dei personaggi della storia.

-Si sono distribuiti nello spazio palestra e hanno ascoltato il racconto assumendo i ruoli.

-Hanno utilizzato il materiale psicomotorio per realizzare i componenti strutturali della storia.

-Hanno abbattuto realmente il muro costruito dando “voce”alle loro emozioni.

Hanno voluto lasciare traccia/segno del percorso svolto con la realizzazione di una sedia . Si noti come i bambini scelgano di utilizzare tecniche acquisite precedentemente, in particolare i segni ispirati dal percorso di Tullet Hervè.    

Conclusione :  La sedia è stata collocata all’ingresso della scuola per invitare le persone ad accomodarsi, fermarsi e ad avere uno sguardo verso il bello.

Altre idee sull’accoglienza 

accoglienza ragnatela                      un mare d’accoglienza                    accoglienza il leone e

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *