Vitamine a scuola con la cucina degli scarabocchi

Vitamine a scuola

con la cucina degli scarabocchi

Un percorso formativo di  approfondimento della tematica sull’alimentazione,             abbinato alla lingua inglese.

articolato in 5 percorsi laboratoriali ,per far approcciare i bambini di una scuola dell’infanzia mantovana alle conoscenze di base relative ad una corretta alimentazione, coinvolgendoli con giochi sensoriali e attività grafico-pittoriche collaborative.

 

FINALITA’

Sollecitare i bambini sin dalla più tenera età ad acquisire le buone abitudini alimentari , aiutandoli a riflettere sul fatto che una alimentazione sana e varia dona benessere psicofisico.

Lo staff di #progettoinfanzia  per abituare i bambini  al  consumo di frutta e ortaggi di stagione, ha proposto di :

guardare, toccare, annusare, assaggiare e quindi riconoscere ad occhi chiusi gli ortaggi e la frutta toccando o annusando.

Piccole, ma importanti esperienze emozionali, per apprendere la  loro importanza nutritiva e la loro provenienza .

L’attività é proseguita con un laboratorio grafico creativo, che oltre ad  accompagnare il bambino nell’esplorazione della propria manualità e creatività, ha voluto favorire  la gestione delle relazioni in un gruppo, la coordinazione motoria nonché  aumentare la stima di se’ e la percezione delle proprie capacità .

Tecniche:

Re – rolling dagli #ArTELIER di Micol Blanchard per dipingere la tovaglia

Dalla cucina degli scarabocchi, di Tullet Hervé, unita alla tecnica collaborativa del cambio posto, descritta nell’albo illustrato” la fabbrica dei colori ”  per imbandire la tavola

Materiali:

una grande scatola

tempere

tubo di cartone

frutta e ortaggi di stagione

centrino

bicchiere

tovagliolo di carta  

contenitore per pinzimonio

cucchiaio di plastica

Metodologia:

Una grande scatola di cartone é diventata la nostra tavola, ogni tavola, la sua  tovaglia  colorata dai bambini con la tecnica del re – rolling .

un centrino posizonato al centro é diventato il piatto.

Con la tecnica del cambio posto, in ogni  piatto i bambini hanno lasciato l’impronta del frutto o ortaggio  scelto,  con la tecnica della cucina degli scarabocchi. A seguire sono stati dati  una serie di input ( dettato iconico) per terminare l’apparecchiatura.

In alto a destra incolla il bicchiere, dentro al bicchiere metti il tovagliolo, in alto a sinistra incolla il contenitore per l’olio e l’aceto, di fianco a destra del piatto incolla il cucchiao.

L’approccio alla lingua inglese é stato , coinvolgente ed allegro
passando dai  saluti e presentazioni ,  hello, you’re welcome, I’m a boy/girl, what’s your name? al food; frutta e vedura presente nel cestino e il loro colore .

potrebbe interessarti anche

magiche vitamine                     mangio verde                     mangio giallo 

2 Angela Vandenbogaard        4 lundgren  8 lundgren

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi    formativi  per proporre arte e immagine nella scuola 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *