Un FIORE MAGICO per ESPRIMERE EMOZIONI

 

   Un FIORE MAGICO per

ESPRIMERE EMOZIONI

di Trunzo  Eugenia

Il nostro plesso scolastico “ Granatari “dell’ Istituto Comprensivo Evemero da Messina è dotato da uno splendido giardino dove spesso porto i miei bimbi di quattro anni a rilassarsi e divertirsi.  In una delle ultime uscite ci ha fatto il dono di trovare e   raccogliere un fiore meraviglioso che è stato denominato da alcuni   bimbi “FIORE MAGICO” da altri “FIORE SOFFIONE visto che si soffia”!!!

Ho colto quest’ ottima , sorprendente occasione per completare IL LABORATORIO PRIMAVERA e stimolare i bambini ad :   ESPRIMERE EMOZIONI ( gioia , stupore, delusione)

Gioia nel raccoglierlo, stupore dopo avere osservato in giro e verificato che prima era un fiore di colore giallo e poi è diventata una leggerissima palla  magica di colore  bianco! Delusione perché dopo aver soffiato il pallone diventa polvere e sparisce. .ooooh  non c’è più!!!!

 ALLENARE LA PSICOMOTRICITA’ correndo, cercando, raccogliendo i fiori magici.

PARLARE DI ALIMENTAZIONE infatti non potevo lasciarmi sfuggire l occasione, quindi ci siamo seduti tutt’intorno al nostro piccolo orto ed ho chiesto loro se sapessero il nome  della “mamma del fiore magico”..

Woow!!! occhi sgranati, risate pazzesche!!  “ma cosa dici maestra i fiori non hanno la mamma”!!

Eccola  mamma Tarassaco!!  ( ho postato  la foto tratta da internet ..perchè quando sono riusciuta per fare le foto i giardinieri avevano  fatto la scerbatura!!) È una mamma speciale perchè si mangia! è saporita e fa tanto bene al nostro amico fegato!!

Dopo aver risposto alle domande “ curiose dei bimbi” , sentito il profumo,  guardato la forma ci siamo recati in classe .. ED  HO PASSATO LA PAROLA AGLI ARTISTI !!

Giovanni  detto il creativo  ha fatto subito un azzeccata osservazione :” maestra questo fiore è speciale, quindi dobbiamo disegnarlo bellissimo e con tanti pennelli speciali”!!

Ben felice di accontentarli li ho invitati a scegliere il materiale che più gradivano  tra : rotoloni, pennelloni, supporti della carta igienica di cartone , fogli colorati e tanti colori a tempera.

Per stuzzicare l’ immaginazione ho tagliuzzato i bordi dei rotoli di cartone  e messo della buona musica..

Hanno giocato, si sono sporcati, hanno osservato i colori e poi hanno creato il “fiore magico” !!

Erano bellissimi quei disegni !!!  Ma il mio sguardo vede le farfalle di Micol Blanchard….. non ho resistito , volevo che volassero sui fiori.. ed in breve cosi è stato!!

ECCO IL NOSTRO CAPOLAVORO!!

E’ stato un piacere conoscerti e riportare una tua attività sul mio blog il tuo post :Un FIORE MAGICO per ESPRIMERE EMOZIONI. Grazie e Eugenia

potrebbe interessarti anche

sfumature di terra           Terra e acqua con Monet          Altro Monet  terra e acqua

     

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *