terremoto

29 maggio 2012.

E’ una giornata normale, l’ingresso dei bambini è quasi terminato, sono quasi le 9…In sezione i bambini giocano, qualcuno è con me a guardare le ultime foto della stanza diTUTTOSENTO.

Sto facendo le presenze per la mensa….improvvisamente tutto trema.

Le pulcette d’acqua mi guardano…la scossa è forte,prima sussultoria, pi ondulatoria. Dura poca, ma sembra un’eternità.

La mia bidella urla sulla porta  qualche bambino le corre incontro verso la porrta di uscita in giardino

Niente panico…sappiamo cosa fare…forse….

Secondo le procedure di sicurezza usciamo in giardino; li chiamo ad uno ad uno come nelle prove di evacuazione. Mi rispondono forte ” ci sono”.

Niente paura so cosa dire: la mamma del draghetto Pilù è venuta a cercare il suo bambino. Lei è grande, pesante ed è per quello che la terra trema! Parliamo, cantiamo, racconto storie….

I telefoni non funzionano Poi arrivano i primi genitori in preda al panico….ma tutto sembra tranquillo. Qualche mamma piange, urla…

Noi no, continuiamo a cantare e a giocare seduti nell’erba in giardino.

Le nostre meravigliose cuoche arrivano con la frutta. facciamo un picnic in giardino….?!

A mezzogiorno la scuola è vuota.

Domani lezioni sospese.

I racconti della nostra  paura ce li faremo giovedì

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *