Archivi tag: gusto

Prevenzione della salute orale

FACCIA DI VERZA A CHI?

Laboratorio di prevenzione della salute orale svolto presso la classe 2B

1 blog

Un’igiene orale scrupolosa è alla base della prevenzione in odontoiatria, accompagnata da una sana alimentazione può fornire a bambini maggiori abilità e competenze per fare scelte salutari.

Per raggiungere questo obiettivo ci siamo valse di una attività manipolo-creativa che i bambini hanno denominato

FACCIA DI  VERZA A CHI ?

Materiale: una grossa verza, un cartoncino rotondo, frutta e verdura, piatti di plastica

Buon lavoro da #progettoinfanzia.net

2 blog

Avendo questo mese proposto più post sulla PREVENZIONE DELLA SALUTE ORALE, desidero chiudere l’argomento con il PROGRAMMA DI PREVENZIONE DELLA SALUTE ORALE IN ETÀ EVOLUTIVA della regione Calabria, formulando a tutte le insegnanti la viva richiesta di introdurre qualche lezione per motivare l’alunno a seguire dei sani comportamenti di igiene orale.

*La prevenzione in campo odontoiatrico richiede programmi di prevenzione primaria della carie e della patologia orale, a favore della popolazione in età pediatrica (0-14 anni).

Gli interventi preventivi più efficaci, riportati dai dati di letteratura, riguardano:

– l’assunzione del fluoro;
– l’informazione e l’educazione alimentare e di igiene orale, favorenti comportamenti
salutari nel bambino e nella sua famiglia.
Tali interventi sono da intraprendersi il più precocemente possibile e vanno continuati
per tutto il periodo di crescita del bambino, con particolare attenzione alla scuola
primaria, momento in cui si registra un maggiore rischio di cario-recettività degli
elementi dentali.
Programmi di monitoraggio dell’incidenza della carie e campagne di sensibilizzazione
alla corretta igiene orale, devono essere attivati nelle singole realtà scolastiche delle
Aziende Sanitarie Provinciali, per una diagnosi precoce del problema, ponendo
particolare attenzione ai soggetti ad alto rischio.
I bambini provenienti da contesti socio-economici difficili, sono riconosciuti come
soggetti a maggiore rischio, in quanto presentano spesso gravi lesioni cariose ed igiene
orale scadente.
La prevenzione primaria della carie, richiede interventi individuali fin dai primi anni
di vita del ambino, mirati ad un maggiore controllo sui fattori ambientali di rischio
come scarsa attenzione l’igiene orale, persistenza di abitudini errate (es. zucchero sul
succhiotto), mancata cura della carie.
E’ necessario inoltre la corretta formazione dei genitori sulle norme nutrizionali e di
igieneorale da adottare, promuovendo abitudini e comportamenti più salutari nella
famiglia, con particolare attenzione alle donne che vogliono vivere una maternità, in
assenza di patologie del cavo orale.
Gli interventi di prevenzione primaria della carie in età scolare comprendono la
realizzazione in ambito scolastico di progetti di educazione nutrizionale e di igiene
orale, rivolti ai bambini, ai genitori, in collaborazione degli insegnanti.
Compito degli odontoiatri aziendali sarà quello di coinvolgere le cure primarie, i
dipartimenti di prevenzione, (coinvolgendo i SIAN), le unità operative di pediatria di
comunità e gli insegnanti di scuole elementari.
I programmi di prevenzione primaria verranno indirizzati presso le scuole elementari
della Regione Calabria per i bambini tra i 6 e gli 8 anni.
Compiti degli odontoiatri saranno quelli di eseguire programmi di formazione
didattica rivolta a pediatri di comunità, assistenti sanitari e insegnanti di scuole
elementari su cenni di anatomia dentale, tecniche di spazzolamento dentale,
motivazione all’igiene orale, corrette regole alimentari e presentazione
dell’ambulatorio odontoiatrico supportato da audiovisivi e materiale didattico.
Il percorso formativo presso le scuole elementari dovrà necessariamente avere due-tre
incontri di due-tre moduli didattici-formativi nel corso dell’anno con obiettivo finale
la verifica dell’apprendimento e la consegna di attestati di partecipazione celebrativi.
Alla fine di ogni percorso didattico formativo verrà consegnato alle famiglie dei
bambini partecipanti l’invito per una prima visita odontoiatrica con relativa partecipazione alla spesa se non esente totalmente o parzialmente e tramite il circuito
delle strutture pubbliche mediante regolare prenotazione C.U.P

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Sorridi….con le facce multi-vitaminiche

La buona  #igieneorale si impara anche a  scuola

L’ acquisizione di una corretta “ educazione all’igiene orale ” rientra nel piano di una efficace “ educazione alla salute “ attraverso la prevenzione, e prevede l’attivazione di un sano e consapevole stile di vita, nel rispetto del proprio corpo e delle sue relazioni con l’ambiente.

1 blogUn incontro degli esperti con la classe 2A ha permesso, mediante brainstorming la rilevazione delle abitudini comportamentali riferite all’alimentazione e all’igiene orale dei bambini.

Obiettivi: 

  • Acquisire un atteggiamento corretto nei confronti dell’igiene orale; ridurre l’incidenza di carie; identificare il medico dentista quale persona esperta della salute del cavo orale.2 blog
  • Conoscere le modalità per mantenere i denti sani; riconoscere gli alimenti cariogeni.
  • Conoscere la funzione dello spazzolino e la tecnica per un suo uso corretto; utilizzare comportamenti idonei per il controllo della salute odontoiatrica (prevenzione, alimentazione adeguata, igiene orale, periodici controlli specialistici).

 Frutta e Verdura: alimenti amici dei denti

Quali sono i cibi che non dovrebbero mai mancare sulla tavola per mantenere intatti la bellezza e il benessere del sorriso? Innanzitutto latte e derivati che, per il loro elevato contenuto in calcio, proteggono la salute dei denti, poi frutta e verdura in quanto  stimolano la salivazione e aiutano a pulire la bocca.

3 blogLe mele sono ricche  di fibre  e sostanze antibatteriche capaci di ridurre i depositi di placca, le carote idratano e al tempo steso eliminano la placca, mentre i rapanelli e i pomodori contengono fluoro che rinforza lo smalto dentario.

Attività:

Come utilizzare  spazzolino e dentifricio: per  un corretto spazzolamento dei denti  e consigli per un buon rapporto con il proprio #dentista.

Frutta e verdura per creare delle facce di pappa, un modo semplice per entrare in contatto con un alimento molto spesso aberrato.

I bambini hanno partecipato attivamente e con entusiasmo alle varie proposte, apportando validi contributi di esperienze personali e facendo molte domande. Sicuramente un’iniziativa da ripetere e consolidare in futuro.

Buon lavoro da #progettoinfanzia.net

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Autunno con… facce di pappa

Per stimolare nei bambini passione, interesse, partecipazione ed integrare il

percorso educativo sull’alimentazione iniziato nella

scuola dell’infanzia di Quingentole ecco il laboratorio

FACCE DI PAPPA ….AUTUNNALI 

1 ok blogdopo aver letto una storia stimolo su frutta e verdura, si é passati al riconoscimento di

frutta e verdura autunnale a km.0 preparata in un cestino.

Cachi, giuggiole, melagrane, mele, pere, uva

carote, zucche, patate, finocchi, zucchine

e

assaggiamo l’ uva : analisi sensoriale

2 ok blog

e ora divertiamoci a creare bellissime #facce di pappa

utilizzando la frutta e la verdura come timbri.

Carote e uva per occhi e naso

mela e caco per la bocca

patata e pera per le orecchie

per capelli i bambini hanno ritagliato dai giornali frutta e verdura prestando attenzione a ricercare frutta e verdura a km. 0 autunnale.

3 blog

Verifica finale: in questa faccia di pappa vi sono dei frutti INTRUSI quali sono

Cosa ne dite del cesto delle presenze? 

blog

 

 

Obiettivi generali 

  • Impostare corrette abitudini alimentari per una sana alimentazione incrementando il consumo di frutta e verdura
  • Promuovere la crescita umana e culturale di ogni alunno.
  • Promuovere un atteggiamento positivo nei confronti della frutta e verdura favorendo la formazione di una “coscienza alimentare” anche a livello famigliare mediante  l’insegnamento del concetto che la nostra salute è strettamente legata all’alimentazione.

Buon lavoro da #progettoinfanzia.ne

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Cric, croc, croc, crac……..

 

Cric, croc, croc, crac…

“Alla scoperta delle stagioni”,

cric, croc, croc, crac, il rumore delle foglie ci da il “ la” per iniziare una stupenda avventura nel mondo della natura che ci circonda, un viaggio che porterà il bambino ad esplorare l’ambiente naturale circostante, le variazioni stagionali, la ciclicità e ad apprezzare oltre che l’inestimabile valore per vivere la gioia della natura, anche l’arte 1 caravaggio
L’arte, nelle stagioni è un ottimo sfondo integratore per motivare le attività di osservazione e deduzione, ed è un buon filo conduttore per legare uscite ed attività di rielaborazione.

Laboratorio “ copia” dal vero
Canestra di frutta – #Caravaggio

I bambini si sono cimentati, nella riproduzione di un’immagine autunnale attinta dalle pellicole artistiche del #Caravaggio “ canestra di frutta “ e con esso si  é partiti alla scoperta dell’autunno con i suoi colori, sapori e profumi.
2 caravaggioAttività: riproduzione grafica dal vero di un’immagine mediante tecnica del collage.
Alcuni obiettivi:
• sviluppare lo spirito di osservazione
• esplorare e utilizzare con creatività i materiali dell’autunno
• approfondire le conoscenze sui frutti stagionali
• cogliere particolari del quadro osservato
• osservazione ed esplorazione dell’ambiente naturale
• osservare gli aspetti che caratterizzano la stagione dell’autunno
• realizzare decorazioni e addobbi a tema stagionale
• sperimentare la creatività utilizzando materiali naturali3 caravaggio

Metodologia
Potete scegliere:
Con materiale raccolto dall’insegnante

  • presentazione del quadro
  • lettura del quadro
  • creazione del quadro

Con materiale raccolto con i bambini

  • presentazione del quadro
  • lettura del quadro
  • andiamo alla ricerca nell’ambiente circostante dei frutti e delle foglie viste nel quadro
  • predisponiamo il nostro cestino per una lettura e copia dal vero mediante attività grafico pittorica
  • oppure
  • essicchiamo le #foglie ( tra i libri, ma si romperebbero durante il collage, perciò vi proponiamo la tecnica dello stirare le foglie tra due panni con un ferro da stiro leggermente caldo. Manterranno il colore e saranno manovrabilissime.)
  • predisponiamo un cestino su cartoncino ( noi abbiamo utilizzato della moquette, juta, stoffa)
  • ritagliamo da riviste, cataloghi…….i frutti
  • incolliamo foglie e frutti
  • confrontiamo
  • conversiamo……
  • racconti, poesie, filastrocche…..
  • assaggiamo……i 5 sensi…….ect………..

buon lavoro da #progettoinfanzia.net

si ringrazia ” Via Magna”  per averci ospitato.

 

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Dal corso per operatori: Cibi…amo….assaggi vitaminici

Piccole astuzie per far conoscere, apprezzare e mangiare

frutta e verdura

I bambini  si sa, non amano particolarmente mangiare  frutta e verdura, quindi abbiamo pensato di proporre attività  divertenti attraverso il laboratorio di  attività grafico – manipolativa ” #Assaggi vitaminici” un  modo per educarli ad apprezzarle, scoprirle, gustarle e sceglierle. assaggi 1

Iniaziare, per appassionare i bambini,  con una storia  a base frutta e verdura, portarli in seguito ad osservare, manipolare, impastare, assaggiare, annusare e chiudere con gìochi sensoriali.

Questo aiuta a migliorare le loro capacità sensoriali e rappresenta un modo diverso e  piacevole per conoscere e scoprire gli alimenti .

A seguire i bambini, guardando il loro elaborato grafico dovranno  inventere una storia.

Questo serve per  iniziare un  rapporto sereno con il cibo, vincendo la loro naturale diffidenza.assaggi

 

#progettoinfanzia.net

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Dal corso per operatori: CIBI….amo. L’arte di Cezanne

Cosa sono le Vitamine?
Le vitamine sono composti organici,  necessarie alla vita, le   introduciamo normalmente nell’organismo tramite gli alimenti.

Quali alimenti? Frutta e verdura in primis………..1 cezanne

 La frutta e la verdura

1) Far conoscere il valore nutrizionale dell’alimento
2) Preferire prodotti zonali
3) Riscopriamo il gusto

Chi mangia frutta e verdura, quale e quando –  GRAFICO .Indagine preliminare conoscitiva sulle abitudini alimentari degli alunni  e mediante brainstorming, favorire momenti di analisi e discussione sulla conoscenza  dei benefici  di una corretta alimentazione e sulla conoscenza di frutta e verdura
la frutta e la verdura attraverso i sensi :guardiamo, odoriamo, gustiamo, tocchiamo, ascoltiamo

Guardiamo = com ‘é ?2 cezanne

Assaggiamo giocando = con mela o appesa o nell’acqua cerchiamo d’ afferrarla e morderla.

Assaggiamo = con gli occhi bendati

Ascoltiamo= che rumore fa mentre la mordo, la spezzo…………

Riconosciamola= Inseriamo in un sacchetto frutta e verdura, al tatto é………..

Annusiamo =……non solo vedendola ma anche nascosta dentro al sacchetto

Attività

Ammirando una natura morta di #Cezanne

per i più piccoli :si può partire dal quadro in bianco e nero e

– dipingerlo

– colori + collage

– polimaterico, colori – stoffa – immagini………..cezanne 3

per i più grandi aggiungiamo la riproduzione.

 

Buon lavoro da #progettoinfanzia.net

 

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone