Sfaccettature di Donna

Sfaccettature di Donna

by Renata Tore

Spiegare ai bambini della scuola dell’infanzia e primo ciclo della primaria perché si festeggia l’8 marzo la giornata internazionale della donna  e perché si regala la mimosa, non é cosa semplice.

Parlare del divario che nei secoli scorsi vi é stato tra uomo e donna, dell’impossibilità della donna di  votare, studiare, svolgere determinati lavori….quindi che un tempo la donna non

     

aveva gli stessi diritti dell’ uomo e, che solo dopo anni di dure lotte é stata presa in considerazione e valutata per la sua  capacità e caratteristica,  é un po’ troppo presto.

Quindi ben venga il desiderio di Renata Tore di creare qualcosa di artistico con i bambini, per affrontare il tema  di quanto  le donne siano importanti per il mondo, a partire dalla loro mamma, per festeggiarle .

Osservando  i  visi di Romina Lerda,  entrati nel cuore di Renata e dei suoi bambini, ha fatto scattare l’idea  di realizzare un quadro con le tecniche già apprese inserendo il fiore per eccellenza dedicato alla donna, la mimosa.

Metodologia di  ” sfaccettuature di Donna”

Dopo aver osservato la mimosa nel colore, nella forma , nella consistenza e, dopo averla odorata  ci si é immersi nella realizzazione delle opere d’arte; abbiamo iniziato a preparare lo sfond, su cartoncino bianco, che avrebbe accolto il nostro collage utilizzando  delle gerbere come stampi ( idea proposta e accolta di Micol Blanchard) …

Emozionante vedere l espressione dei bambini quando, dopo aver intinto la gerbera nel colore, appoggiata delicatamente sopra il cartoncino, una volta sollevata fosse identica a quella che avevano in mano!

Stupore … e voglia di proseguire per ammirarne il risultato finale .

I visi di Romina Lerda, come sempre essenziali, sono stati ritagliati  per i più piccoli dalle insegnanti  ( ricordo che la nostra sezione é eterogenea con una anticipataria ) e incollati dai bambini  sopra lo sfondo.

La capigliatura dei visi l’abbiamo ottenuta arrotolando la lana in tante rondelle di vari formati e tonalità, affinando così la  coordinazione e la motricita fine,  lasciando cadere alcuni  fili come se fossero boccoli; proprio come avevamo visto nei quadri.

Sopra le rondelle  sono state incollate delle palline di carta crespa gialle ad imitazione  della mimosa per dare un look tutto particolare e personale.

Vi ho parlato della bambina anticipataria, 3 anni appena compiuti . Ammirate il suo capolavoro.

    

Ha scelto, in autonomia, una ballerina,  sulla quale  si è sbizzarrita  a creare uno sfondo spocandosi le dita con le tempere per lasciarne le impronte sul cartoncino .

        

Ha proseguito dipingendo la ballerina con il pennello ….un divertimento vederla lavorare, silenziosa e attenta. Un piccolo genietto dell’arte.

Come potete osservare nelle fotografie, diversi sono i soggetti, ma con un  obiettivo preciso,  mettere in pratica le competenze acquisite nel tempo per creare opere uniche e personali, dove i bambini hanno espresso  liberamente emozioni e sentimenti attraverso il linguaggio del colore,  delle forme e naturalmente dei segni , dove hanno costruito  e reinventato  il loro mondo, vivendo “l’esperienza artistica” come spazio della libera
espressione individuale.

    

La tecnica utilizzata per l’attività ” sfaccettuature di Donna” ,  unisce più competenze, permettendo al bambino di  rafforzare il proprio senso di identità, di  vivere l’arte come un percorso giocoso e  piacevole, dove contemporaneamente impara a  comunicare ed esprimersi in modo originale , esclusivo , inusuale e aggiungo INEDITO

#progettoinfanzia ringrazia Renata Tore e Daniela Valentin

  allo specchio                        Fermento innovativo     Capelli al vento 

     

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /workshop formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *