Laboratorio: come Calder

CALDER E I SUOI MOBILES

Il laboratorio  condotto dallo staff di #progettoinfanzia é partito dalla lettura , ha preso in considerazione e accresciuto i saperi e le conoscenze dei bambini per una sana alimentazione attraverso mirate scelte tematiche e nuove tecniche grafiche.

P1080405
Obiettivi:
-sviluppare con i bambini il concetto di alimentazione e corretta igiene orale come fattore di prevenzione e protezione per uno stile di vita sano,
avvalendosi dell’arte come percorso didattico, un cammino inusuale , ma sicuramente molto stimolante con le sue mille sfaccettature .

P1080406

Un grazie a : http://digilander.libero.it/Gretablu/per_i_piccoli/favole/pesce-cirillo.htm

P1080409

Storia di pesce Cirillo
(fiaba un po’ in versi e un po’ no)
________________________________________

C’era una volta un pesciolino, si chiamava Pesce Cirillo,
ed era magro come uno spillo;
era in forma, scattante ed arzillo.

Era cosi’ in forma perche’ mangiava sempre
quello che la mamma gli dava ,
compresa la verdura,

e non pretendeva di avere solo quello che gli piaceva ,
ma mangiava tutto quello che gli faceva bene.
Pesce Cirillo aveva un amico, di nome Pesce Gedeone.

Pesce Gedeone era grasso e pesante come un mattone,
perche’ tutte le mattine a colazione
si mangiava un bel panettone.
Pesce Cirillo cercava sempre di spiegare a Pesce Gedeone
che non gli faceva bene mangiare solo panettone,
ma Pesce Gedeone rispondeva:
“A me piace solo quello!
E le cose che non mi piacciono non le mangio!”.
Un giorno Pesce Cirillo e Pesce Gedeone
se ne andavano a spasso per il fiume,
tutti tranquilli, ridendo e scherzando.
Ad un tratto, da dietro un masso comparve…
un grosso, terribile Luccio,
con una mostruosa bocca piena di denti affilatissimi,
che voleva papparseli in un sol boccone!

Pesce Cirillo e Pesce Gedeone fuggirono,
ma Pesce Cirillo, che era magro come uno spillo, nuotava veloce,
mentre Pesce Gedeone era pesante come un mattone,
andava piu’ lento, ed il Luccio lo stava per raggiungere.
Pesce Cirillo, guardando indietro,
vide che il suo amico Pesce Gedeone era in pericolo;
cosi’ decise di tornare indietro,
e con molto coraggio affronto’ il Luccio;
e visto che era magro come uno spillo, inizio’ a pungerlo,
finche’ il Luccio disse:
” Basta, basta !!! ”
e scappo’ via …

Pesce Gedeone fu molto grato all’amico per averlo salvato,
e capi’ che il pericolo che aveva corso
avrebbe potuto evitarlo se solo non fosse stato
pesante come un mattone.
E da allora non mangio’ piu’ il panettone a colazione,
ma accetto’ tutto quello che la mamma gli dava,
comprese le verdure, anche se non gli piacevano tanto

( ma poi scopri’ che ci sono anche verdure buone, forse piu’ del panettone )

Da allora anche Pesce Gedeone divenne in forma ed arzillo,
e continuo’ ad essere per sempre amico di Pesce Cirillo.

– dedicata a tutti i bimbi che fanno storie per mangiare le verdure –
Michela
________________________________________

potrebbe interessarti anche

Calder al nido 

1 rodger

Share on Facebook0Share on Google+1Email this to someone

2 pensieri su “Laboratorio: come Calder

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *