Regole da rispettare con Mondrian

                                                    #Piastrellare,

ispirandosi al fare, al creare, al progettare, attenendosi a delle regole,

                 con la tecnica del #collage ammirando il capolavoro di

                                                     #Mondrian

                                           “ l’armonia perfetta ”

1 mondrian cerese 2 27.1.1.4

Gli obiettivi:

– stimolare l’utilizzo delle forme geometriche:

quadrato e rettangolo nelle varie dimensioni

grande, medio, piccolo, lungo, corto, alto, basso

– educare i bambini all’arte come forma di linguaggio,

– stimolare la capacità di osservazione

– incoraggiare la creatività rispettando le regole:

1.   non appaiare forme dello stesso colore,

2.   non lasciare spazi vuoti

3.   non sovrapporre le forme geometriche

mondrian 2 cerese 2 27.1.14

 

Metodologia

Dopo aver osservato l’opera di #Mondrian,  dato un numero illimitato di cartoncini colorati tagliati a quadro e rettangolo di varie dimensioni, colla e forbici, i bambini rispettando le regole devono riprodurre il quadro.

 

#progettoinfanzia.net 

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

2 pensieri su “Regole da rispettare con Mondrian

  1. Aggiornamento di stato
    Di Elena Demurtas
    I bambini, l’arte e la matematica
    L’arte e la pittura sono modi con cui imparare a ragionare attorno alle immagini,capirle,smontarle,interpretarle provando a rappresentarle a propria volta.
    I bambini sono portati a esprimere con immaginazione e creatività le loro emozioni e i loro pensieri …come gli artisti.
    L’arte orienta questa propensione,educa al sentimento estetico e al piacere del bello.
    A volte la matematica e l’arte sembrano incontrarsi per caso.
    Altre volte, invece, si riconoscono nell’opera artistica svariate forme: triangoli, quadrati, linee…
    L’astrattismo di pittori quali Mondrian,Kandinsky,Mirò,Klee con la loro arte fanno esplicito riferimento ad elementi geometrici.Si scopre, quindi,che le attività del matematico e dell’artista non sono poi così diverse,perchè comuni sono gli oggetti delle loro ricerche e le forme delle loro rappresentazioni.
    Scuola dell’Infanzia – Nuoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *