Pop art glaciale

 Pop art glaciale

L’arte significa prima di tutto fare, comunicare e #progettoinfanzia  ci prova trasformando i pinguini in una galleria d’arte alla Warhol .

pop art glaciale

 

Dopo aver preso in visione alcuni quadri di  #AndyWarhol, si é parlato della  #PopArt  che

negli anni ‘60 investì musica, arte, danza, moda, design, architettura, facendo si  che, le dimensioni divenissero monumentali, i particolari ingranditi e gli effetti moltiplicati attraverso la tecnica della serigrafia industriale con tirature a tonalità uniche e  particolari

ok pinguini

Non avendo la possibilità di utilizzare Lim o la serigrafia, abbiamo pensato di provarci dipingendo integralmente i pinguini con alcune tecniche, tempere, acquerelli, pastelli,

matite, cere, poi abbiamo piegato il foglio a metà ed iniziato  gli accoppiamenti,  per riprodurre all’infinito le immagini, come faceva Andy Warhol e tutta  la Pop Art.

pop art glaciale

lettura consigliata : Chi trova un pinguino di Oliver Jeffers Zoolibri  di Roberta Giordani

Cliccate qui per scaricare  il pinguino in PDF    pinguino 1    e qui per il video 

I risultati ottenuti sono stati ………giudicate voi ……..

e se metà classe dipingesse i pinguini con i colori caldi, e l’altra metà con i colori freddi………avreste una grande ed unica POP ART

potrebbe interessarti il  progetto sull’acqua di Maestra Claudia:

obiettivi acqua         Rosaspina e l’acqua     tutto il progetto 

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /giornate formative  per proporre arte e immagine nella scuola 

Share on Facebook0Share on Google+1Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *