OH: È tornata primavera

 OH: é tornata primavera

IMG-20170310-WA0007

OH: é’ tornata primavera con l’art creative  di #progettoinfanzia.net

prendendo spunto dal nuovissimo libro di Tullet Hervé ” OH ” qui il video 

 Utilizzando  il kit di cerchi in vendita al link i nostri kit  si é  realizzato questo stupendo mazzo di fiori.

Materiali per realizzare “OH: é’ tornata primavera “ : rami di ciliegio, cerchi in cartoncino di varie dimensioni, tempera acrilica nei colori primari , colla stick e colla vinilica.

IMG-20170310-WA0011

Tecnica : coloritura con pennello, asciugatura, incollatura dei cerchi  dal grande al piccolo con colla stick, posizionatura  sui rami incollando fronte – retro con colla vinilica.

2016-01-26-11.52

lo staff di #progettoinfanzia vi augura una stupenda primavera

con questa selezione di poesie


1

È tornata primavera   

Carla Piccinini   

È tornata primavera
nelle vie e nei giardini,   IMG-20170310-WA0008
per i grandi ed i piccini.

È tornata con il sole,
con le primule e le viole,
con i freschi suoi colori
che rallegran tutti i cuori.
Dopo pioggia, neve e brina
è arrivata stamattina.

Bosco di primavera

M. L. Magni

Vola un profumo lieve
dal biancospin di neve;
splendon rugiade d’oro
sul mirto e sull’alloro.
Canta la cinciallegra
e il bosco si rallegra.
Fa uno starnuto il riccio
e la gazza il suo bisticcio,
ma c’è un garofanino
che sboccia lì vicino
e cinguetta capinera:
per dir che è primavera.

IMG-20170310-WA0010Filastrocca di primavera

Gianni Rodari

Filastrocca di primavera,
come tarda a venire la sera.
L’hanno vista ferma in un prato
dove il verde è rispuntato,
un profumo di viole in fiore
l’ha trattenuta un paio d’ore,
ha perso tempo lungo la via
presso un cespuglio di gaggia,
due bimbi con un tamburo di latta
hanno incantato la sera distratta.
Adesso è tardi, lo so bene:
ma però la sera non viene.

Dall’inverno alla primavera

Edmondo De Amicis              IMG-20170310-WA0008

Quando l’inverno muore
lentamente nella primavera,
nelle sere di quei bei giorni limpidi,
lieti, senza vento,
su cui si tengono spalancate
per le prime volte le finestre
e si portano sulle terrazze i vasi dei fiori,
le città offrono uno spettacolo gentile
e pieno d’allegrezza e di poesia.
A passeggiare per le vie si sente,
di tratto in tratto, sul viso,
un’ondata d’aria tiepida, odorosa.
Di che? di quali fiori? di quali erbe?
Chi lo sa!

 

 

 

 

potrebbe interessarti anche:

                sbuffi rosa            paffute ninfee                      un libro di Tullet

monet-5  monet  libro (1)

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

 

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *