Non solo letture per l’accoglienza

Non solo letture per l’accoglienza

Con occhi diversi:
uno sguardo nei libri per bambini

1 simona

piccola bibliografia di #progettoinfanzia  da leggere ai bambini non solo per l’accoglienza,

per letture animate,  per integrare le attività, per………..

qui potete scaricare il PDF per averle sempre con voi accoglienza bibliografia bambini

Gli Ughi e la maglia nuova / Oliver Jeffers. – Zoolibri
“Gli Ughi avevano una caratteristica: erano tutti uguali!Erano tanti,
tantissimi… Avevano lo stesso aspetto… avevano gli stessi pensieri…e
avevano le stesse passioni. Finché un giorno, uno di loro -si chiamava
Ruperto- ebbe l’idea di ricamarsi una bella maglia nuova.”

5611038

Quelli di sopra e quelli di sotto / Paloma Valdivia. –
Kalandraka
“Esistono due tipi di abitanti. Quelli di sopra e quelli di sotto. Quelli di
sopra vivono come quelli di sotto. E quelli di sotto come quelli di sopra,
però al contrario. Quelli di sopra pensano che quelli di sotto siano diversi.
Quelli di sotto pensano che quelli di sopra siano diversi”.

Nel paese delle pulcette / Beatrice Alemagna. –
Phaidon 
Cosa succede quando le piccole pulci che vivono nel materasso in
fondo al giardino danno una festa? Una favola divertente sulla
differenza e la tolleranza, che porta a riconoscere che siamo tutti
diversi e unici.
L’isola del piccolo mostro nero-nero / Davide Calì ; Philip
Giordano. – Zoolibri 
C’era una volta un piccolo mostro nero-nero che viveva su un’isola neranera.
Al mostro nero-nero piace scattare fotografie ma sull’isola ogni cosa è
nera-nera e le foto gli vengono tutte nere-nere. Il mostro decide di partire,
con una barca, per altre isole a cercare un luogo perfetto per lui…

I cinque malfatti / Beatrice Alemagna. – Topipittori
I cinque malfatti sono cinque tipi strani: uno è tutto bucato; uno è piegato in
due, come una lettera da spedire; un altro è tutto molle, sempre mezzo
addormentato. Un altro ancora è capovolto e lasciamo perdere il quinto,
sbagliato dalla testa ai piedi: una catastrofe. Abitano insieme in una casa,
ovviamente, sbilenca. Finché un giorno in mezzo a loro, come una
punizione divina, piomba, lui: il Perfetto.51Qo4EbITuL._SX346_BO1,204,203,200_

 
Qualcos’altro / Kathryn Cave, Chris Riddell. – Mondadori

Su una collina esposta al vento, da solo, senza nessuno con cui fare
amicizia, viveva Qualcos’Altro. Sapeva di essere quello che era, perché
lo dicevano tutti. Se provava a stare con loro, o a passeggiare con loro, o
a unirsi ai loro giochi, non facevano che ripetere: “Spiacenti, ma tu non
sei come noi. Sei qualcos’altro. Non sei dei nostri”. Poi un giorno bussò
alla sua porta Qualcosa. Era diverso da lui e Qualcos’Altro stava per
mandarlo via, quando capì che stava mandando via un altro essere solo
perché era diverso da lui…
Insieme più speciali / Beatrice Masini – Annalisa
Beghelli. – Carthusia 
Al termine della festa nella foresta ogni animale elenca qualcosa di
importante e pensa a quel che non ha più o che vorrebbe avere. Il
giaguaro confessa la sua paura di perdere le macchie, il coniglio il
desiderio di avere la ali e non essere acchiappato e così via. Sarà il
gufo saggio a trovare la soluzione, a spiegare a ciascuno perché è
speciale, a provare a far lavorare tutti gli animali insieme per
aggiustare quel che si può aggiustare.
La città dei lupi blù / Marco Viale. – Edt Giralangolo

I lupi che abitano la città dei lupi blu sono molto blu, sono
ordinatissimi, usano solo stoviglie blu, non amano le sorprese, si
alzano e vanno al lavoro tutti alla stessa ora, con il risultato di essere
prevedibili e anche un po’ noiosi. Ma un mattino nella loro città
compare un lupo rosso, in sella a una bicicletta e per di più sa
fischiare! E da quel momento nulla sarà più come prima.
Il pentolino di Antonino / Isabelle Carrier. – Kite
edizioni 
Sentirsi diversi dagli altri può dipendere dall’avere un problema,
una difficoltà di cui magari non si capisce il perché, ma che non si
può evitare. Come Antonino, il piccolo protagonista di questa
storia. A lui è toccato un pentolino rosso. Un giorno gli è caduto
in testa e da allora non riesce più a separarsene: se lo deve sempre
trascinare dietro. Una bella scocciatura! Per colpa di questo pentolino Antonino non può
giocare con gli altri come vorrebbe, si sente limitato e quindi si arrabbia, piange, dice le
parolacce. Unica soluzione gli sembra quella di nascondersi proprio nel suo pentolino e
rimanere lì. Ecco, però, che arriva Margherita, una dolce signora simpatica che lo aiuta a
convivere col suo pentolino.
Elmer l’elefante variopinto / David McKee. – Mondadori

C’era una volta un branco di elefanti, tutti dello stesso colore, tranne
uno.
Elmer è di tutti i colori, tranne che color elefante! Un giorno si sente
stanco di essere diverso e decide di scappare dal gruppo e di cercare una
soluzione per poter essere come gli altri, ma….
Noi / Elisa Mazzoli ; Sonia MariaLuce Possentini. –
Bacchilega
Nel cortile della scuola i bambini giocano, parlano, fanno
merenda. In disparte, sempre da solo a scavare buche, c’è quello
strano bambino con un occhio enorme, che nessuno avvicina
mai. Tutti lo chiamano Occhione. Un pomeriggio però Filippo
rimane a giocare nel cortile e si accorge di essere da solo con
Occhione. Pieno di paura e di diffidenza, si avvicina…
Il topolino con gli occhi verdi e la topolina con gli
occhi blu / Bob Gill. – Phaidon
Raffaella guarda in un buco e dall’altra parte incontra lo
sguardo di Noè: lei ha gli occhi blu, lui verdi. Quante altre
differenze scopriranno di avere?
Buongiorno postino / Michaël Escoffier ; Matthieu
Maudet. – Babalibri 
Il postino ha un bel daffare! Deve consegnare dei pacchi alla coppia
degli ippopotami, a quella delle scimmie, a quella dei pinguini… Tutti
sono ben felici di ricevere la visita del postino perché nei pacchi c’è
sempre… un bebè! Ma che sorpresa per i pinguini quando si schiude il
guscio e quello che salta fuori non è esattamente ciò che si aspettavano!
A volte anche il postino si sbaglia…
Una coperta di parole / Irena Kobald e Freya
Blackwood. – Mondadori, 2015 
Girandola è una bambina che sa fare la ruota e va ad abitare in un
paese straniero, dove fatica a comprendere le parole e le persone.
Quando è triste si avvolge nella sua vecchia e calda coperta, fatta di
ricordi e colorata di giallo, arancio e rosso. Ma un giorno, al parco,
riesce a fare amicizia con una bambina e riceve un regalo bellissimo:
una coperta nuova, fatta di parole e colori diversi.
Lupo Cattivo / Maria Loretta Giraldo ; Nicoletta
Bertelle. – San Paolo 
Siamo sicuri che il Lupo cattivo sia davvero così cattivo e la Gazza
ladra sia davvero ladra? Forse non è proprio così!
Un albo illustrato per i più piccoli che capovolge gli stereotipi: il
Lupo Cattivo non è poi così cattivo… e anche i suoi amici – Biscia
Velenosa, Porcello Puzzolente, e Coniglio Pauroso – non sono quello
che sembrano, come potrà sperimentare Iena Ridente. Una storia che
insegna a vedere oltre le apparenze

Viola non è rossa / testo di Lorenza Farina ; illustrazioni
di Marina Marcolin. – Kite, 2008 
Viola è una bambina timida e impacciata. Nonostante il nome che porta,
il suo colore è il rosso che più rosso non si può. Viola arrossisce per un
nonnulla: quando gli altri la guardano, quando in classe l’insegnante la
interroga, quando i compagni la deridono perché è maldestra. Ma un
giorno stringe un’intensa amicizia con una bambina immigrata, sua
nuova compagna di classe, che si chiana Nerina. È una bambina timida
come lei e allora diventerà un po’ più sicura di sé, perché due bambine
timide sono meglio di una.
In una notte di temporale / / Yuichi Kimura ; illustrazioni di
Simona Mulazzani. – Salani, 1998 
In una notte di temporale, un lupo e una capretta si trovano in una
capanna, al buio, per ripararsi dalla pioggia. Complice l’oscurità, i due non
si riconoscono come nemici naturali e, chiacchierando, scoprono punti in
comune e affinità inaspettate tanto da darsi appuntamento per il giorno
successivo alla luce del sole. Un racconto sulla diversità che non ti dice
come andrà a finire l’indomani: al lettore la scelta.

La strega Rossella / di Julia Donaldson ; illustrato
da Axel Scheffler. – Emme, 
Nel consueto stile della coppia Donalson-Schffler, con rime
facili e ripetute e illustrazioni accattivanti, la strega Rossella
viaggia nella notte facendo posto sulla sua scopa a tanti amici
animali, finché il peso è troppo e… pluf! L’allegra compagnia
finisce nel fango. Intanto arriva un drago cattivo che minaccia
la strega, ma proprio gli animali, infangati fino a sembrare un
mostro cattivo, riusciranno a spaventare e far fuggire il pericoloso nemico. E, con il loro aiuto
e un incantesimo, la strega Rossella costruirà una nuova scopa, ancora più bella, robusta e
spaziosa!
Ninna nanna per una pecorella / Eleonora Bellini, Massimo
Caccia. – Topipittori,
È la storia di una pecorella che perde la strada per seguire la luce di una
stella. Dopo aver aspettato inutilmente qualcuno, affronta da sola la notte,
piena di paura, cercando rifugio sopra un albero. Poi vede quattro
fiammelle infuocate, occhi feroci che la guardano nel buio: sono due lupi,
la mamma e il suo cucciolo. Gli occhi di fiamma di mamma lupo
incontrano quelli rotondi della pecorella… Mamma lupa accoglierà la
pecorella smarrita dicendole: “ti sarò mamma, casa e sentiero, ti darò sogni
di erba e trifoglio, sonno di latte, letto di figlia”.http://topipittori.blogspot.it/2012/06/ninna-nanna-per-seguire-una-stella.html
Un topolino per amico / Bonny Becker e Kady
MacDonald Denton. – Nord-Sud, 2009
Orso, che non gradisce avere ospiti, ha addirittura affisso un
cartello sulla porta “NIENTE OSPITI!”. Un giorno però un
topolino bussa alla sua porta cambiando irrimediabilmente il suo
modo di vivere in solitudine. Già perché il topolino non vuole
proprio saperne di andarsene e, anche se Orso lo respinge più
volte, il piccolo roditore non si arrende. Alla fine Orso cede e gli
offre una tazza di tè e un pezzo di formaggio a patto che poi se
vada. Ma quello sarà solo l’inizio di una bella storia di amicizia.

Elmer e lo straniero / David McKee. – Mondadori, 2003
Elmer, l’elefante variopinto, passeggiando nella foresta incontra Tigre
e Leone, i quali sono stupiti per la presenza da giorni di uno straniero
nella foresta. Si tratta di un Canguro che è afflitto perché convinto di
non saper saltare. Elmer capisce che Canguro ha solo bisogno di
essere incoraggiato e, con l’aiuto degli amici, mette in pratica uno
stratagemma per dimostrare a Canguro che quelli che lui chiama
«rimbalzi» in effetti sono dei veri salti!
Il mio amico Jim / Kitty Crowther. – AER,
Il merlo Jack raggiunge il mare, dove incontra il gabbiano Jim che lo
invita nel suo villaggio sulla riva; l’accoglienza, a causa della sua
diversità, non è delle migliori, ma il merlo con le sue letture ad alta
voce finisce per suscitare l’interesse dei gabbiani per le storie 5-7 anni

Via di qua! / Henri Meunier, Nathalie Choux. – Jaca book,
2005
A forza di arrestare tutti quelli che sono diversi – una donna dalla pelle
nera, un gatto verde e persino il sole, essendo anch’egli uno straniero – i
poliziotti restano soli e al buio mentre sul cellulare splende la luce

2044_182

Il paese dei colori / Paolo Marabotto. – Lapis, 2001 
Cinque regni racchiusi tra alte mura, ciascuno dominato da un colore diverso,
si rendono conto un poco alla volta che aprendo le porte e mescolandosi
hanno tutti da guadagnarci e possono scoprire cose meravigliose.

Migrando / Mariana Chiesa Mateos. – Orecchio acerbo,
2010 
Migrando è un libro sulle migrazioni, sulla storia e sulle storie di due
migrazioni raccontate senza parole, solo attraverso le immagini, per
lasciare alla sensibilità di ciascuno l’epilogo della storia. Un libro
bifronte che si può leggere da un verso o dall’altro – le due storie
infatti si uniscono al centro del libro – per chi pensa che i mari
uniscano e non dividano.
Il ranocchio e lo straniero / Max Velthuijs. – Mondadori,
1999 
Nel bosco è arrivato uno straniero. Nessuno sa niente di lui. Solo
Porcellino lo ha visto e dice che è «uno sporco lurido topo», mentre
Anatra continua a insistere che «È diverso. Noi siamo di qua. Topo non
è di queste parti». Ma Ranocchio non è convinto e vuole capire meglio
e vedere con i suoi occhi. E quello che vede non è poi così male…
Diversi amici diversi = Divers amis divers … /
Quartopiano, Alessandro Libertini. – Fatatrac, 2002. 
Cinque mele, che – diverse per qualità e aspetto – cercano di trovare il
sistema meno penalizzante di integrazione reciproca, decidono di
mescolarsi con altri frutti in una… macedonia! Il libro racconta la storia
di cinque mele diverse, per qualità, per aspetto, per carattere, e del loro
incontro con frutti diversi, per specie, per forma, per provenienza. Si
crea così un gruppo che vede uniti “diversi amici diversi” nella realizzazione di un progetto
comune reso possibile dalla presa di coscienza di ognuno della propria e dell’altrui unicità:
unicità intesa come valore, non come handicap, portatrice di reciproco arricchimento e non di sopraffazione.

potrebbe interessarvi anche

Rufus il pipistrello colorato 
Rufus il pipistrello 
Omero e il cielo 

buon lavoro da #progettoinfanzia

Share on Facebook0Share on Google+1Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *