Non perdere il filo…la ragnatela dell’amicizia

Non perdere il filo ….la ragnatela dell’amicizia

Progettoinfanzia  vi  propone, per collegarlo all’arte di Mondrian e di Tullet la lettura del libro : 

Non perdere il filo di William Wondriska edizione Corraini http://www.corraini.com/it/catalogo/scheda_libro/422/Non-perdere-il-filo

Un filo senza fine lega fra di loro un infinito alfabeto di oggetti, da un minaccioso alligatore ad un timido xilofono, dalla luna nella notte stellata al caldo sole del giorno.

Seguendolo nel suo imprevisto viaggio, il lettore curioso incontrerà oggetti e animali rimasti annodati nel filo, che si succedono nell’ordine alfabetico delle loro iniziali in inglese. Dopo aver indovinato e scoperto, pagina dopo pagina, le classiche e spontanee illustrazioni di un colore fresco e vivace, si ritroverà ogni oggetto in un elenco finale, accanto alla sua traduzione italiana: un modo inatteso e divertente di iniziare a conoscere una nuova lingua.

Micol vi propone il gioco : la ragnatela alfabetica

Un filo di lana da far correre per l’aula che unisce i bambini in ordine alfabetico …e perché no anche oggetti proposti nel libro per integrare le lettere mancanti .

Un filo simbolico  che  “lega” tutti,  per far conoscere i bambini tra loro, per farli relazionare ed  instaurare un bel rapporto di amicizia e di collaborazione a significare che nessuno deve essere escluso perché ognuno è utile all’altro ed ha bisogno dell’altro.

A seguire proponiamo

Il piccolo ragno tesse e tace di Eric Carle

Il testo racconta la storia del piccolo ragno che tesse silenziosamente e diligentemente la sua ragnatela, mentre intorno a sé tutti gli animali della fattoria cercano di convincerlo a giocare con loro…

Ideale per far capire ai bambini che vi sono momenti in cui si gioca e ci si diverte, e momenti in cui ci si deve concentrare ed impegnare per portare a termine le proprie attività. Dalla lettura si passa ad uno dei giochi più popolari durante i primi giorni di scuola, il gioco della ragnatela o rete dell’amicizia.

Per concludere si passa alla riproduzione grafica del gioco abbinata all’arte di Mondrian e all’arte innovativa di Tullet.

 

Materiali: cartoncino, pennarelli nei colori primari + il nero, lana nera per realizzare il ragnetto, occhi mobili. Il ragno può anche essere disegnato dal bambino ed incollato sulla ragnatela dell’amicizia dopo la coloritura .

 

 Un gioco                                        da Memo                     segni grafici 

8a-  colouring book (3) - Copia  7 (4)

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati / eventi  formativi  per proporre arte e immagine nella scuola 

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *