Mani in linea

Mani in linea

by Letizia Maria Locatelli

scuola primaria classe terza

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

L’alunno:

1)Utilizza materiali e tecniche adeguate per esprimere sensazioni, emozioni, pensieri in produzioni di vario tipo:

  • grafiche
  • plastiche
  • multimediali

2)Sperimenta una pluralità di esperienze per avvicinarsi alle molteplici discipline sportive.

3) Partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti ( conversazioni,discussioni…) attraverso messaggi basati sul parlato spontaneo che rispettino le relazioni spazio – temporali e logiche.

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

1a. Usare tecniche con intenzione anche con materiale di riciclo.

1b. Usare linee e colore con intenzione ed efficacia.

    

2a. Coordinare e utilizzare diversi schemi motori combinati tra loro(correre/saltare,    afferrare/lanciare, ecc)

3a. Ascoltare con attenzione per:  

– capire

– arricchire il patrimonio lessicale

– eseguire quanto richiesto

– interagire

 

ATTIVAZIONE

Procuratevi immagini o testi in cui siano subito visibili e rilevabili i vari tipi di LINEE

Aiutatevi con le videoproiezioni alla Lim.

Successivamente, attraverso domande stimolo, guidiamo l’osservazione

(Cosa vedi?Che tipo di linea riconosci? E’ curva? Retta?Mista?……)

Proviamo a ripassare con il dito le linee…..dove conducono? Si incontrano?

 

SVILUPPO

Procuratevi un gomitolo, posizionate il gruppo classe in cerchio e tenendo il capo fate girare il gomitolo lanciandolo a colui che verrà chiamato per nome: si creerà una sorta di “ragnatela dell’amicizia” che permetterà ai componenti di “legarsi e incontrarsi”.

Questa attività è utile anche in percorsi legati alla dimensione emotiva e relazionale e trasversale a tutte le discipline. 

A questo punto possiamo procedere con il proporre attività di tipo diverso e che coinvolgono  diverse discipline.                                                                                                                                                  A)Predisporre un grande foglio o drappo di stoffa bianco, pennarelli o pennelli e colori a tempera , che dovranno condividere e chiedere ai bambini di tracciare linee nere:

-secondo le indicazioni dell’insegnante;

-in assoluta libertà.

Una volta svolta questa prima consegna, dar loro la possibilità di “dar colore” all’elaborato

B)Si può presentare l’opera di Calder e chiedere loro di colorare all’interno gli ANELLI, o farlo fare e successivamente farli riconoscere come CAPACI DI GRANDI OPERE come l’artista

c)Dopo aver conosciuto i segni grafici di Tullet Herve tratti dalla cucina degli scarabocchi”,

Immagine tratta da “la cucina degli scarabocchi” 

Chiediamo agli alunni di disegnare SPIRALI , colorare altri ANELLI, aggiungere SCARABOCCHI, fare OMBREGGIATURE……..CAMBIANDO DI POSTO ogni qual volta verrà chiesto dall’insegnante.

In questo modo si sentiranno molto vicini a Tullet Hervè , condivideranno la realizzazione di un’opera che sarà di TUTTI e di CIASCUNO.

  1. D) Al termine dell’elaborato, nel nostro caso ,è stata fatta la scelta di tagliare l’opera per ricavarne “LE TOVAGLIETTE DELL’AMICIZIA”. Questa attività è’ stata utilizzata anche a completamento di un percorso di alimentare “i colori dell’alimentazione”.

“Apparecchiata la tavola sul quaderno” , è stata colta l’occasione per una attività di arricchimento lessicale durante l’ora di Lingua Italiana

Preparare in palestra giochi motori utilizzando  cerchi colorati, funi, forme geometriche, bastoni  che ricordino i segni grafici tullettiani e che compongano una grande opera d’arte:i bambini potranno calpestare, entrare, uscire e saltare e anche spostare a turno un elemento per creare una nuova opera!

CONCLUSIONE

Ricordiamo sempre di esporre i lavori PER VALORIZZARE l’ operato di tutti.

Come momento di verifica finale, dopo l’osservazione dei processi, si può optare per la richiesta di realizzare un elaborato individuale.;nel nostro caso abbiamo preparato l’ombrello per la festa del papà

 

Potrebbe interessarti anche :

Matematica alla primaria      Geometria alla primaria        a ritmo d’arte 

       

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /workshop formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *