L’albero che c’é nel nostro cuore

L’albero che c’é nel nostro cuore

di

Adriana Belviso

Tornata dall’Atelier di Bergamo, condotto da Micol Blanchard,  ho portato a scuola i lavori da me realizzati e li ho appesi alla parete in attesa dell’arrivo dei bambini.
La prima curiosità  dei bambini e’ nata subito nel notare  questi lavori con la domanda  “come li hai fatti?”


Ho spiegato che ero andata a scuola  e ho visto un quadro e poi tutte insieme noi maestre come i bambini divertendoci abbiamo pitturato.

Quindi in un secondo momento  ho fatto osservare  la stampa di Amy  Giacomelli chiedendo loro cosa notavano, forme, color, linee.

Hanno capito che bisognava utilizzare delle forme rotonde per pitturare come i bicchieri o i rotoli di  carta igienica, anche se erano grandi però rispetto alla mia.

A tal proposito ho fatto vedere i rullini e subito hanno capito che erano

quelli e la loro domanda e’ stata “quando Lo facciamo?”
Predisposto il materiale :rullini, pettine e matitoni , piatti con tempere scelte da loro e fogli da dipingere.


CONSEGNA RICHIESTA: potete utilizzare tutti i colori, potete mescolarli tra loro.. ma l’importante  e’ far ruotare il polso quando timbriamo.
Il divertimento  e’ stato assicurato e dato che il materiale a disposizione era solo per tre bambini, hanno saputo aspettare con pazienza, aiutando gli altri suggerendo i colori e la rotazione del polso e infine il riempimento dell’intero foglio.

L’uso del pettine e dei matitoni e’ stato un successo , in quanto l’effetto era immediato.
Dopo una settimana abbiamo  ripreso il lavoro e abbiamo disegnato il nostro albero che c’è nel nostro cuore   con i colori dell’emozione  dato che la nostra programmazione verte su questa tematica. La consegna della coloritura era libera ed essendo abituati ai segni grafici ognuno ha scelto la sua, importante era utilizzare solo il colore dell’emozione scelta. In un secondo momento l’abbiamo ritagliato e incollato sul nostro cartoncino colorato prima e  infine, incollato sulla cornice  un po’ storti  perché ognuno di noi e’ speciale come un’artista.
FINALITA’ :
scoperta di nuove tecniche di coloritura
pressione della mano  e rotazione del polso
capacità di sceglier i colori e mescolarli per crearne altri
riempimento  di tutto lo spazio del foglio
saper ascoltare e aspettare senza annoiarsi ma dimostrando un interesse attivo e infine utilizzare i materiali  a disposizione e scoprire il loro utilizzo.

Lo staff di #progettoinfanzia ringrazia di cuore Adriana Belviso per il bellissimo post. 

Potrebbe interessarti anche

 Vitamine in cucina            la cucina in 3D                l’albero che c’é in noi 

     

da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati /corsi formativi  per proporre arte e immagine nella scuola 

 

Share on Facebook0Share on Google+0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *