Circolaricolorando

 Circolaricolorando

I bambini di Diana e Leila, erano piuttosto eccitati, stavano attendendo impazienti lo staff di   #progettoinfanzia,  per conoscere quale pittore avevano scelto per loro.

01 ok

Eccoci, finalmente eravamo arrivate e potevano chiederci il nome del pittore.

Robert Delaunay, dico loro. I vispi sorridenti occhietti mi guardano

02ok

attoniti, le testoline iniziano a ruotare a destra e sinistra per cercare conforto negli amici.

 

Capisco il loro dilemma e esordisco dicendo, “avete imparato Kandinsky e Kaufmann quando eravate più piccoli, perciò non abbiate timore a ripetere Robert Delaunay.”

Un sospiro di sollievo, e il sorriso ritorna al aleggiare sui visi.

Tutti pronti a chiamare Robert Delaunay, curiosi di vedere il  quadro che avrebbe portato.

03ok

 

Eccolo: ” RITMO” un HOOOooo che bello, che colori, quanti cerchi, ha riempito la stanza.

04okDopo aver narrato il quadro tutti in salone dove vi erano già pronte sui tavoli le tempere, pennelli vari e 8 cerchi di diverse dimensioni per ogni bambino che prima d’iniziare a dipingere, dovevano leggere a ritmo di musica.

esempio: ” piccolo grande grande piccolo piccolo grande grande  piccolo ”

” grande grande grande piccolo piccolo grande piccolo piccolo”

L’atelierista di #progettoinfanzia nelle vesti di  ” Robert Delaunay ” mostra ai bambini la tecnica di pittura circolare e si raccomanda che le pennellate di colore non vadano a sovrapporsi.05ok

I bambini iniziano a lavorare, un silenzio assoluto e  massima concentrazione regna nel salone per quasi un’oretta:

Ognuno segue una tecnica circolare propria ( pregrafismo ), come pure il collage su cartoncino colorato da 50 x 50.

A lavoro ultimato, ritornando in classe, si soffermano orgogliosi  e soddisfatti davanti ai loro capolavori. Bravissimi

Vi potrebbe interessare anche:

Jim Dine                                    Karla Gerard                      Kandinsky

2 ok   6 gerard    4 ok

Buon lavoro da #progettoinfanzia.net 

 

 

 

Share on Facebook0Share on Google+1Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *