Angry…… 1 laboratorio in lingua inglese

1 laboratorio: Arrabbiato = Angry

“ Che rabbia “

lettura mimata ad alta voce del libro di Mirelle D’Allace – edito da Babalibri

Riparte il corso in lingua inglese alla scuola dell’infanzia di Casatico.

“ Le emozioni ”  suddivise in 9 laboratori + festa di Natale

Accompagnati da canzoni e dalla lettura di testi molto semplici, con apparati iconografici accattivanti che  attirano i bambini e trasmettano i messaggi legati alle emozioni .1 blog

Lo scopo è di stimolarli all’apprendimento di semplici espressioni e vocaboli della lingua inglese  attraverso attività divertenti, creative e di ascolto.

Dopo esserci presentati in lingua inglese si è passati alla lettura mimata ad alta voce del libro.2 blog

Mimica: i bambini sono stati invitati a ripetere le espressioni del viso e del corpo che assume quando l’emozione “ rabbia “ entra in noi.

Il linguaggio del viso e del corpo con posture e gestualità, é un lessico tutto particolare che rivela pensieri ed emozioni ed è importante capirlo,  i bambini si sono divertiti a vedere e toccare i cambiamenti delle espressioni del loro volto e dei loro  in relazione agli stimoli.

Attività: terminata la mimica della “ rabbia” i bambini sono stati invitati a riporla, come consigliato nella lettura del libro in una scatola, a chiuderla e  dipingerla di verde, colore scelto per identificare l’emozione.

Attività conclusiva: costruiamo un viso rispettando i segreti del linguaggio del viso e della comunicazione non verbale dell’emozione “ rabbia “

Verifica: ripetiamo i passaggi  della lettura e le principali parole in lingua inglese

3 blog

1 parte del progetto

Le Indicazioni Ministeriali evidenziano  quattro finalità  da promuovere nel bambino

 Consolidare l’identità

Sviluppare l’autonomia

Acquisire competenze

Vivere le prime esperienze da Cittadino

 Il progetto è stato preparato per seguire le attività del progetto complessivo il

 “ SE’ CORPOREO”

 per permettere al bambino di ampliare le proprie conoscenze partendo da un argomento già noto per i 4 e 5 anni e di base per i 3 anni, in collegamento con il progetto di psicomotricità.

Questi progetti sono interdisciplinari in quanto entrambi vogliono mettere la conoscenza dello schema corporeo, come nozione fondamentale in rapporto allo spazio e agli oggetti.

Per la lingua Inglese:

Obiettivi di apprendimento 3/4 anni

  • saper chiedere e dire il proprio nome ed eventualmente esprimere alcune preferenze
  • conoscere alcune parole tra le più diffuse nella realtà di vita quotidiana in lingua inglese
  • saper nominare e riconoscere i colori primari
  • saper contare fino a 10
  • saper nominare alcune parti del corpo
  • lavorare serenamente in gruppo
  • partecipare in modo attento alle attività proposte
  • “LISTENING” ascoltare e saper riprodurre suoni e vocaboli
  • “COMPREHENSION” comprendere il significato di vocaboli e brevi espressioni

Obiettivi di apprendimento 5 anni

  • lavorare serenamente in gruppo
  • partecipare in modo attento alle attività proposte
  • “LISTENING” ascoltare e saper riprodurre suoni e vocaboli
  • “COMPREHENSION” comprendere il significato di vocaboli e brevi espressioni

“REMEMBER” ricordare vocaboli, espressioni, filastrocche e canzoni riconducibili alla festa di Natale

 Da #progettoinfanzia.net

S’addobba per halloween?

Ragno Curiosone e Maga Rastrella  

Un’aula accogliente per tutte le occasioni si può e per  incoraggiare la vostra creatività e il  fai da te  ecco come  riciclare in maniera creativa e originale le bottiglie di plastica:

2 aa blog

Ragno Curiosone

una bottiglia,  una forbice,  una candela

1 ok a a blog

Maga Rastrella

con l’aiuto di un paio di forbici tagliate la calotta superiore della bottiglia lasciando un buon margine, ritagliate ora delle striscioline e piegatele verso l’esterno facendo attenzione a non romperle.

Servendovi della candela passate velocemente la fiamma sulle pieghe in modo di farle accartocciare leggermente.

Il cappello della maga è pronto.

Con la calotta  inferiore della bottiglia  procedendo con la stessa tecnica avrete il vostro stupendo ragno .

per il cappello : introdurre della carta crespa formando un cono .

per il viso: un piatto di plastica, cartoncini vari e via alla vostra fantasia

per il ragno : cospargere la calotta di  colla vinavil e poi di lana sbriciolata, occhi a piacere.

buon lavoro da #progettoinfanzia.net e Maestra Lulù

Per un sorriso sano…..

La buona  #igieneorale si impara anche a  scuola

L’ acquisizione di una corretta “ educazione all’igiene orale ” rientra nel piano di una efficace “ educazione alla salute “ attraverso la prevenzione, e prevede l’attivazione di un sano e consapevole stile di vita, nel rispetto del proprio corpo e delle sue relazioni con l’ambiente.

1 blogUn incontro degli esperti con la classe 2A ha permesso, mediante brainstorming la rilevazione delle abitudini comportamentali riferite all’alimentazione e all’igiene orale dei bambini.

Obiettivi: 

  • Acquisire un atteggiamento corretto nei confronti dell’igiene orale; ridurre l’incidenza di carie; identificare il medico dentista quale persona esperta della salute del cavo orale.2 blog
  • Conoscere le modalità per mantenere i denti sani; riconoscere gli alimenti cariogeni.
  • Conoscere la funzione dello spazzolino e la tecnica per un suo uso corretto; utilizzare comportamenti idonei per il controllo della salute odontoiatrica (prevenzione, alimentazione adeguata, igiene orale, periodici controlli specialistici).

 Frutta e Verdura: alimenti amici dei denti

Quali sono i cibi che non dovrebbero mai mancare sulla tavola per mantenere intatti la bellezza e il benessere del sorriso? Innanzitutto latte e derivati che, per il loro elevato contenuto in calcio, proteggono la salute dei denti, poi frutta e verdura in quanto  stimolano la salivazione e aiutano a pulire la bocca.

3 blogLe mele sono ricche  di fibre  e sostanze antibatteriche capaci di ridurre i depositi di placca, le carote idratano e al tempo steso eliminano la placca, mentre i rapanelli e i pomodori contengono fluoro che rinforza lo smalto dentario.

Attività:

Come utilizzare  spazzolino e dentifricio: per  un corretto spazzolamento dei denti  e consigli per un buon rapporto con il proprio #dentista.

Frutta e verdura per creare delle facce di pappa, un modo semplice per entrare in contatto con un alimento molto spesso aberrato.

I bambini hanno partecipato attivamente e con entusiasmo alle varie proposte, apportando validi contributi di esperienze personali e facendo molte domande. Sicuramente un’iniziativa da ripetere e consolidare in futuro.

Buon lavoro da #progettoinfanzia.net

Sorridi….con le facce multi-vitaminiche

La buona  #igieneorale si impara anche a  scuola

L’ acquisizione di una corretta “ educazione all’igiene orale ” rientra nel piano di una efficace “ educazione alla salute “ attraverso la prevenzione, e prevede l’attivazione di un sano e consapevole stile di vita, nel rispetto del proprio corpo e delle sue relazioni con l’ambiente.

1 blogUn incontro degli esperti con la classe 2A ha permesso, mediante brainstorming la rilevazione delle abitudini comportamentali riferite all’alimentazione e all’igiene orale dei bambini.

Obiettivi: 

  • Acquisire un atteggiamento corretto nei confronti dell’igiene orale; ridurre l’incidenza di carie; identificare il medico dentista quale persona esperta della salute del cavo orale.2 blog
  • Conoscere le modalità per mantenere i denti sani; riconoscere gli alimenti cariogeni.
  • Conoscere la funzione dello spazzolino e la tecnica per un suo uso corretto; utilizzare comportamenti idonei per il controllo della salute odontoiatrica (prevenzione, alimentazione adeguata, igiene orale, periodici controlli specialistici).

 Frutta e Verdura: alimenti amici dei denti

Quali sono i cibi che non dovrebbero mai mancare sulla tavola per mantenere intatti la bellezza e il benessere del sorriso? Innanzitutto latte e derivati che, per il loro elevato contenuto in calcio, proteggono la salute dei denti, poi frutta e verdura in quanto  stimolano la salivazione e aiutano a pulire la bocca.

3 blogLe mele sono ricche  di fibre  e sostanze antibatteriche capaci di ridurre i depositi di placca, le carote idratano e al tempo steso eliminano la placca, mentre i rapanelli e i pomodori contengono fluoro che rinforza lo smalto dentario.

Attività:

Come utilizzare  spazzolino e dentifricio: per  un corretto spazzolamento dei denti  e consigli per un buon rapporto con il proprio #dentista.

Frutta e verdura per creare delle facce di pappa, un modo semplice per entrare in contatto con un alimento molto spesso aberrato.

I bambini hanno partecipato attivamente e con entusiasmo alle varie proposte, apportando validi contributi di esperienze personali e facendo molte domande. Sicuramente un’iniziativa da ripetere e consolidare in futuro.

Buon lavoro da #progettoinfanzia.net

“Piccoli esploratori alla scoperta del loro territorio” dalla parte delle maestre: le unità di apprendimento

Le unità di apprendimento
Per comodità, abbiamo suddiviso il progetto in unità di apprendimento, anche se siamo consapevoli che le stesse non sono lineari e si intersecano formando mappe concettuali complesse:
• esploro la mia scuola ( con un’appendice relativa alla sicurezza a scuola)
• per le vie e le strade del paese ( varie uscite alla scoperta del paese seguendo le indicazioni di una poesia dialettale)
• la mia casa, la tua casa
• le istituzioni: municipio, caserma dei carabinieri, chiesa…
• alla ricerca dei simboli del Natale nei negozi e per le vie
• Bagnolo: un paese tra due fiumi . Dai racconti di Fausto all’esplorazione delle realtà legata ai fiumi Mincio e Po
• tanti mestieri ( esplorazione delle realtà lavorative)
• la nostra storia a partire dagli Etruschi ( con interventi di esperti e visita al parco archeologico del “ Forcello”)
• dalla campagna …al latte e i suoi derivati ( con intervento a scuola di un nonno che ci ha raccontato “ i lavori della campagna” e la visita ad una fattoria, ad un caseificio )
• laboratorio d’arte con esperto esterno: i paesaggi di Karla Edgar
• Mantova: palazzo ducale e i “nani di Mantova” di G.Rodari ( con vista a palazzo ducale e all’appartamento dei nani)
• Attenzione alla strada: educazione stradale in collaborazione con la Polizia locale.
• Festa di fine anno in collaborazione con i genitori

17a po   (1)

“Piccoli esploratori alla scoperta del loro territorio” : le attività

Le attività : le istituzioni sul territorio

A destra e a sinistra, seguendo le indicazioni di una poesia dialettale che è riprodotta in un pannello di ceramica posto sopra il municipio abbiamo cominciato ad osservare case, edifici, ambiente cercando di fissarli, al nostro ritorno a scuola, su una grande cartina” che di giorno in giorno, di uscita in uscita diventava sempre più “ricca” di particolari.
Le istituzioni del paese ( sindaco e vicesindaco)) ci hanno accolto in Municipio spiegandoci la funzione della fascia tricolore e il significato dei singoli colori e ci hanno regalato il gagliardetto del Comune spiegandoci la simbologia. Noi ci siamo molto divertiti a tentare di riprodurlo.

3 comune (8)
In ufficio anagrafe, poi, abbiamo scoperto che “ ci sono tutti i nostri nomi scritti sul computer e, al ritorno a scuola ci siamo costruiti la nostra carta di identità, proprio come quella che danno ai grandi”

4 carta identità (7)
Durante la visita alla caserma, i carabinieri ci hanno fatto provare la macchina di pattuglia, la sirena e….i loro meravigliosi cappelli.                                    Naturalmente anche noi, nel nostro angolo dei mestieri, ne abbiamo messo uno fatto da noi: un “vero” casco da carabiniere motociclista con tanti di cravatta!!! ”

5 uscita caserma
Grazie alla disponibilità di alcuni genitori che hanno attività artigianali                 ( panifici,pasticcerie, fiorista…) e coinvolgendo tutti i negozi del centro abitato abbiamo anche potuto esplorare coi sensi e cogliere odori,sapori, colori di alcune feste come il Natale, il carnevale, la Pasqua e di alcuni mestieri cogliendo anche il suggerimento di Gianni Rodari ( a cui la scuola è intitolata) e della sua filastrocca.

9 uscita simboli natale (7)
Man mano che l’esplorazione del nostro paese procedeva, anche la mappa del nostro paese si aggiornava e anche le nostre case venivano posizionate sulla mappa nei relativi quartieri

mappa 1 (9)