August Herbin e le forme geometriche

August Herbin e le forme geometriche

Per conciliare arte e matematica, August Herbin è una scoperta!

Herbin è inizialmente influenzato dall’impressionismo e approfondisce in seguito, dopo una breve esperienza cubista, la sua ricerca formale verso un astrattismo geometrico, studiando in particolare il rapporto tra le diverse forme colorate e lo spazio colorato:  non si poteva trovare niente di meglio per approfondire le forme geometriche e i colori a scuola!!!

Questo è il quadro  scelto da presentare ai bambini di 4 anni

herbin

Come solito, per incuriosire i bambini, lo staff di #progettoinfanzia lascia delle cose da colorare, prima del loro arrivo per dar modo oltre a colorarle, anche di dividerle

per forma, grandezza, colore. Materiali ottimi per introdurre il concetto “e” per la costruzione di insiemi chiedondo ai bambini di prendere una forma rotonda e gialla, oppure una forma piccola e triangolare….

Con l’arrivo dello staff di #progettoinfanzia non ci resta che farci accompagnare dal pittore Auguste Herbin nella lettura e nella ri-creazione del suo quadro…

elena

ed eccoci al lavoro con i materiali preparati: cartoncini da colorare con le spugne per lo sfondo, un grosso triangolo di gommapiuma, tante forme colorate di cartone e un cerchio nero di plexiglass.

pizap.com14487159028352

pizap.com14487161609333

Il risultato ci piace molto…e a voi?!

DSCN1911

Ricordate che Herbin ha elaborato anche teoricamente nel saggio                    

“L’art non figuratif non objectif” (1949)

la sua ricerca, trascrivendo le leggi di una nuova grammatica plastica e formulando con grande chiarezza corrispondenze tra colori, vocali, consonanti, note musicali, ecc.

qui un video

dove La Palette esplora l’astrazione in previsione della visita al Museo Matisse e l’esposizione Herbin Le Cateau

potrebbero  interessarvi anche per le forme geometriche:

L’albero di palloncini di Calabrese 
Gli intrecci con Agam
Angela e i suoi alberi 

Buon lavoro da#progettoinfanzia che vi attende ai suoi atelier partecipati / eventi  formativi  per proporre arte e immagine nella scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *